Sabato 25 Ottobre 2014

Le donne dell'Omsa protagoniste ad Annozero

Venerdì 15 Ottobre 2010 - Faenza
Le donne dell'Omsa sono state protagoniste della puntata di ieri sera ad Annozero dove, collegate dal teatro Masini di Faenza, hanno accentrato l'attenzione sul problema della delocalizzazione come strumento di maggior guadagno. La trasmissione di attualità più seguita d'Italia (share alla mano) ha dato ampio spazio alle 347 operaie in attesa della riconversione, anche con servizi che hanno seguito la vita quotidiana di alcune di loro. «Vogliamo la riconversione, non la carità», hanno tuonato dal palco. Molteplici le richieste di ai politici in studio riguardo al ruolo che deve avere per frenare questo fenomeno.

«E' per questo motivo, per spingere sulla riconversione, che abbiamo chiesto per mesi di avere un ministro dello Sviluppo economico - ha attaccato il segretario del Pd, Pierluigi Bersani -. E come l'Omsa, ci sono 170 tavoli in attesa di risposte. Ho incontrato mesi fa le lavoratrici di Faenza e ho tentato, per quanto mi era possibile e per i contatti personali che ancora ho col mondo economico italiano, di trovare alcuni imprenditori interessati. Ma per questo è sicuramente più efficace un ministro. Regione, Provincia e Comune hanno chiesto a gran voce un incontro, ma senza avere risposta. Ora il Ministro c'è: si prenda in carico le sue responsabilità e lo faccia in fretta».

«L'Italia deve puntare sull'innovazione - ha detto Roberto Formigoni, presidente Pdl della Regione Lombardia -, non possiamo competere con i paesi esteri sul prezzo». Regione, Provincia e Comune si incontreranno martedì 2 novembre a Bologna con i sindacati e l'Rsu per stabilire una linea comune in vista dell'incontro a Roma la cui data è ancora da stabilire

11Commenti ...Commenta anche tu!

Commenti

Perché non vedi il tuo commento? Leggi le policy.

Le 10 regole d'oro da seguire per la pubblicazione dei commenti

    1. Non usare oscenità, insulti, minacce, affermazioni denigratorie o diffamatorie
    2. Non fare affermazioni su privati o istituzioni o persone giuridiche se non sono provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
    3. Non violare la vita privata e la privacy altrui, non pubblicare recapiti privati di qualsiasi natura
    4. Non usare espressioni discriminatorie o offensive legate al sesso, al genere, alla religione, alla razza
    5. Non incitare alla violenza e alla commissione di reati
    6. Non pubblicare materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
    7. Non pubblicare messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione
    8. Non promuovere messaggi commerciali e attività di lucro di alcun genere
    9. Non utilizzare più di 1.000 caratteri per il tuo commento
    10. Non utilizzare il maiuscolo per il testo e scrivi in una forma comprensibile a tutti

 

Commenti moderati: le politiche della Redazione

La pagina di dettaglio degli articoli contiene, in calce, il form "Commenti" da compilare con nome, email e testo del commento. I commenti sono moderati e sarà la Redazione a decidere in merito alla loro pubblicazione. In generale, la Redazione NON pubblicherà:

    1. commenti che contengono insulti e affermazioni denigratorie
    2. commenti offensivi, minacciosi o contenenti attacchi violenti verso terzi
    3. commenti il cui contenuto possa essere considerato diffamatorio, ingiurioso, osceno, offensivo dello spirito religioso, lesivo della privacy delle persone, o comunque illecito, nel rispetto della legge italiana e delle leggi internazionali.
    4. commenti che violano la vita privata e la privacy altrui
    5. commenti con grossolani errori grammaticali e lessicali
    6. commenti non coerenti con l'argomento dell'articolo
    7. commenti nei redazionali a pagamento 
    8. commenti a note della Redazione
    9. commenti ad articoli dopo 10 giorni dalla data di pubblicazione dell'articolo stesso
    10. commenti avente come contenuto:
      • Indirizzi e-mail privati o Numeri di telefono o indirizzi privati
      • Offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede. Devono essere evitati commenti in chiave sarcastica, sbeffeggiatoria, sacrilega e denigratoria.
      • Razzismo ed ogni apologia dell'inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto alle altre.
      • Incitamento alla violenza e alla commissione di reati.
      • Materiale pornografico e link a siti vietati ai minori di 18 anni
      • Messaggi di propaganda politica, di partito o di fazione. Quindi non sono ammessi messaggi che contengano idee o affermazioni chiaramente riferite ad ideologie politiche.
      • Contenuti contrari a norme imperative all'ordine pubblico e al buon costume.
      • Messaggi commerciali e attività di lucro quali scommesse, concorsi, aste, transazioni economiche.
      • Affermazioni su persone non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
      • Materiale coperto da copyright che viola le leggi sul diritto d'autore
      • Messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S.Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti Internet, non inerenti ad argomenti trattati
      • In generale, tutto ciò che va sotto la definizione di "spamming"
     

Regole di netiquette

  • Il lettore è invitato a scrivere un commento in un linguaggio chiaro, adeguato e comprensibile a tutti.
  • I lettori sono invitati a non intraprendere lunghi botta e risposta con altri lettori, soprattutto se si tratta di questioni personali con altri utenti.
  • Il lettore è invitato a non scrivere in maiuscolo dove non necessario (significa che stai urlando).
  • Il lettore è invitato a non usare testi troppo lunghi, creano solo confusione.
  • Il lettore che invia un contributo rivolto esclusivamente ad un altro utente ricordi sempre che i servizi di Faenzanotizie.it sono pubblici e che quindi il commento inviato verrà letto da tutti.
  • Si invita al rispetto degli altri lettori, soprattutto quelli che hanno idee diverse da chi scrive
 

Attività di moderazione

L'attività di moderazione verrà effettuata tramite un Amministratore e dei Moderatori che potranno:

  • approvare/non approvare i singoli commenti inviati dai lettori
  • cancellare i singoli commenti, messaggi
  • modificare le condizioni o il funzionamento dei servizi.

I moderatori vengono nominati e destituiti esclusivamente dall'amministratore. Il lettore concorda che l'amministratore e i moderatori dei servizi hanno il diritto al loro operato in modo insindacabile e qualora lo ritengano necessario.

L'amministratore e i moderatori faranno il possibile per rimuovere il materiale contestabile il più velocemente possibile, confidando nella collaborazione degli utenti.

È possibile che alcuni messaggi non conformi alla policy non vengano rimossi per disattenzione degli amministratori o dei moderatori o per loro precisa scelta.

I lettori sono comunque invitati a segnalare alla redazione tali messaggi, scrivendo all'indirizzo redazione@faenzanotizie.it. In ogni caso il fatto che, a volte, un messaggio non conforme non venga rimosso non dà diritto a nessuno di contestare la decisione dell'amministrazione.

Note legali

Nel caso l'Editore riceva richiesta ufficiale dall'Autorità Giudiziaria dei dati in suo possesso circa l'identità degli autori di commenti agli articoli (che, come specificato nelle condizioni sulla privacy sono nome, indirizzo email e indirizzo IP), l'Editore è tenuto a fornirli. L'Editore assicura che i suddetti dati vengono comunicati a terzi solo in tali casi.

  • Mi aspettavo una sala gremita, mi aspettavo una riscossa della coscienza di questa città. Pare invece che a nessuno importi nulla di questa immane tragedia che ha colpito la nostra comunità e la nostra storia così nel profondo.

    15/10/2010 - Morloi

  • gia ieri ho lasciato un commento dicendo: spero che stavolta facciano parlare anche i LAVORATORI dell'Omsa e non solo le LAVORATRICI visto che esistiamo anche noi e dobbiamo vivere anche noi ma il conduttore ad un certo punto ha detto "c'è anche qualche maschietto qua in mezzo ma sta sera non ci importa o qualcosa del genere. questa è discriminazione al contrario e spero vivamente che presto pure lui si trovi in questa situazione

    15/10/2010 - alessio

  • sono di nuovo Alessio,mi è appena stato detto che il mio commento è poco chiaro e allora voglio spiegarmi meglio:all'OMSA al contrario(forse)del solito i LAVORATORI non hanno nessun valore sopratutto per la stampa e la televisione perchè fanno meno notizia,perchè c'è il detto che noi uomini siamo vantaggiati (vorrei sapere come)e di conseguenza non siamo degni di considerazione

    15/10/2010 - Alessio

  • Guarda che è stata una lavoratrice che lo ha detto in diretta. Se te lo riguardi vedrai che diceva cjhe voi uomini "potete fare i muratori, lavorare in fonderia, una donna no"

    15/10/2010 - Paolo

  • bello vedere il vicesindaco e il presidente del consiglio comunale che si sbellicano dalle risate.

    15/10/2010 - gelo

  • L'avvoltoio Sant'Oro (visto i suoi stipendi) ha banchettato sui resti dell'Omsa. Squallido spettacolo di una battaglia purtroppo persa già da tempo, utile solo a Sant'Oro per le proprie lotte antigovernative.

    15/10/2010 - Ennio

  • Preferisco lo stipendio d'oro totalmente dichiarato - quindi tassato - di Santoro allo squallore di chi inneggia all'evasione fiscale e sfrutta il lavoro nero. Vergogna!

    15/10/2010 - Morloi

  • Qui, non credo proprio che ci sia da banchettare, lui lo stipendio lo avrebbe preso comunque con o senza la puntata sull'omsa, sicuramente con altre storie orribili di vita quotidiana. La battaglia è già persa, perchè lui non tornerà di certo indietro, ma la guerra non è ancora vinta e con la puntata di ieri sera, andrà in chiesa sicuramente con aria meno fiera per quello che ha fatto, PERCHé HA COMUNQUE ROVINATO LA VITA A 350 PERSONE E FAMIGLIE. Poi non le ritengo assolutamente lotte antigovernative quelle di Santoro, ma un VALIDO sistema informativo di tutte le porcate che questo governo ci sta facendo vivere.......Vita al lavoro, alla scuola, alla sanità, all'informazione, alla dignità umana.....................

    15/10/2010 - una dipendente omsa

  • Non c'è solo Santoro che prende uno stipendio d'oro. I nostri politici?? non mi pare che prendano due lire, E sono soldi nostri!! E questo mi fà incazzare ancora di più! E vorrei ricordare che Santoro ieri ha reso visibile, di nuovo, all'Italia intera il nostro problema. Gli unici di tutti quelli che avevano promesso di rifarsi vivi che lo ha fatto sono stati Santoro e DiPietro (che ci stà aiutando nella campagna di boicottaggio).

    15/10/2010 - Morena -Omsa

  • sicuro che i dipemdenti omsa ..nella scelta aziendale non abbiano alcuna colpa???

    16/10/2010 - xx

  • VORREI RISPONDERE A CHI HA CITATO IL MIO INTERVENTO.è VERO,HO DETTO CHE GLI UOMINI SONO SOTTO UN CERTO PUNTO DI VISTA AVVANTAGGIATI PER QUANTO RIGUARDA IL LAVORO.VOLETE DIRE IL CONTRARIO?PRENDERESTE IN GIRO ANCHE VOI STESSI.HO SPIEGATO ANCHE LE MOTIVAZIONI DI CIò CHE HO DETTO,CREDO CHE SE AVETE SEGUITO LA PUNTATA NN HO BISOGNO DI RIPETERLE.PER QUANTO RIGUARDA IL FATTO DEI LAVORATORI UOMINI DELL OMSA NN è VERO CHE IL CONDUTTORE HA DETTO QUELLE PAROLE.HA FATTO UNA BATTUTA DICENDO CHE ANCHE SE IN MINORANZA NETTA C ERA QUALCHE UOMO TRA NOI,MA CHE NN AVREBBE PARLATO IN PUNTATA.RAGAZZI FINITELA DI LAMENTARVI PER OGNI COSA.ABBIAMO AVUTO VISIBILITà ED è CIò CHE CONTA.NESSUNO HA OFFESO NESSUNO.PER QUEL CHE MI RIGUARDA HO PARLATO A NOME DI TUTTI I MIEI COLLEGHI.MASCHI,FEMMINE,E QUANT ALTRO.LA MIA COSCIENZA è A POSTO POSSO GARANTIRVELO.SE VI SIETE SENTITI DEPRADATI DEL VOSTRO RUOLO DI UOMINI MI DISPIACE MA I PROBLEMI NN SONO DI CERTO QUESTI(MI RIFERISCO AD ALESSIO).GRAZIE

    16/10/2010 - MARFURT FRANCESCA



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits   CMS