Sabato 15 Dicembre 2018

Bonus hotel 2018, quali sono le spese consentite?

Venerdì 12 Gennaio 2018

Con il termine delle festività di fine anno, i ristoranti e gli hotel iniziano a pensare alle migliorie e ai lavori di ammodernamento da fare durante il periodo di inattività (naturalmente per le aziende che sono aperte solo stagionalmente). La legge di bilancio per l’anno 2017, ha ufficializzato una proroga di due anni per una serie di incentivi atti a favorire quelle aziende che si apprestano a fare delle operazioni di miglioria al proprio interno.

 

Il cosiddetto “bonus hotel”, offre la possibilità agli imprenditori di beneficiare di un credito di imposta che può raggiungere anche il 65% dell’importo degli investimenti sostenuti nel biennio 2017/2018. È bene ricordare, che il credito si può richiedere solo l’anno successivo alla data della fattura. In poche parole, il credito per le spese sostenute nel 2018 possono essere richieste solo nel 2019.

 

Quali sono le aziende beneficiare?

Le aziende che possono beneficiare di questo credito d’imposta, sono le imprese alberghiere costituite dopo il 1° gennaio 2012 e anche gli agriturismi. L’aggiunta degli agriturismi è la grossa novità di questo credito d’imposta, poiché in precedenza questa categoria era esclusa da questo tipo di bonus.

L’ammontare massimo del credito d’imposta stabilito dallo stato è di 200 mila euro per attività. È bene chiarire, che il Bonus Hotel si può cumulare al super ammortamento che lo stato italiano ha emesso nel 2017 ma non può essere cumulato agli incentivi che riguardano la riqualificazione delle strutture ricettive. In questo caso, la legge è chiara e impone la scelta di un solo bonus all’imprenditore che ne fa richiesta.

 

Quali sono le spese inseribili?

Le spese che possono essere finanziate da questo credito sono quelle che rientrano nella ristrutturazione edilizia di parte o tutta la struttura, le azioni per la riqualificazione antisismica e ogni spesa per l’incremento dell’efficienza energetica. Come si è visto, le spese che sono inseribili in queste categorie sono molte. Quindi, è facile per un imprenditore ottenere un vantaggio dai lavori di ammodernamento e riqualificazione che si sono o stanno tenendo nel biennio 2017/2018.

Oltre alle spese edilizie e di riqualificazione che abbiamo elencato qui sopra, il Bonus Hotel 2018 permette anche di beneficiare di un bonus per l’acquisto di mobili e complementi di arredo. Sedie, lavandini, lavelli e ogni arredo presente in cucina, nella sala ristorante, nella reception o nelle camere può beneficiare di questa iniziativa messa in atto dallo stato italiano.

Questa è un’ottima idea per le persone che vogliono dare una ringiovanita all’arredamento di una o più zone dell’hotel, per rimanere al passo con i tempi e rendere ancora più soddisfatti i clienti che scelgono di soggiornare nella loro struttura.
Scopri i lavelli cucina professionali, le attrezzatura per la cottura e la conservazione dei cibi, così come dei mobili e di tutto il necessario per aggiornare la tua cucina sul catalogo online di Gastrodomus.it. Questa azienda, ha uno dei cataloghi online più vasti di materiale e attrezzature per il settore della ristorazione e del catering. I prodotti delle migliori aziende Made in Italy sono pronti a essere consegnati in tutta Italia nel più breve tempo possibile.

 

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it