Giovedì 18 Ottobre 2018

Politica. Liverani e Padovani (Ln): Incendio all'ex cava, niente idrante in zona: aspetti non chiari

Martedì 7 Agosto 2018 - Faenza
Andrea Liverani e Gabriele Padovani

Il consigliere regionale Liverani interrogherà a breve la giunta regionale

“L’incendio che ha colpito il deposito di legname della cava Zannona è stato difficilissimo da domare non solo per la quantità di legname coinvolto, ma anche perchè nei paraggi mancava un idrante. I Vigili del fuoco hanno dovuto lavorare con le autobotti e questo ha reso enormemente più difficoltosa la situazione. Inoltre hanno dovuto bagnare le case vicine per evitare che le scintille che finivano a grande distanza sui tetti e nei giardini privati dessero luogo ad altri incendi. E questo è un fatto gravissimo considerato la poca distyanza tra le case e l’ex cava”. Andrea Liverani, consigliere regionale della Lega e Gabriele Padovani capogruppo Lega Faenza, intervengono così sul disastro del deposito legname.


“Sulla vicenda è necessario e urgente vederci chiaro, perchè sono troppi gli aspetti che non tornano. Primo: come è possibile che non sia presente e non sia stato previsto nei pressi di un’area di stoccaggio legname e quindi di una zona ad alto rischio incendi la presenza di un idrante? Per quanto riguarda le autorizzazioni chiederemo di sapere quanto era il limite di stoccaggio del legname all’interno della cava e quanto era il materiale presente in quel momento” spiegano i due leghisti.

“Inoltre è necessario capire anche se sono state rispettate le distanze previste rispetto alle abitazioni vicine quando la cava è stata riconvertita ad area di deposito, considerato che come verificato da nostri sopralluoghi alcune abitazioni si trovano a meno di 100 metri dal deposito andato a fuoco”. Per verificare tutti questi aspetti il consigliere regionale Andrea Liverani interrogherà a breve la giunta regionale

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it