Martedì 18 Dicembre 2018

Schiamazzi e risse notturne. Faenza, i Carabinieri intervengono in corso Saffi: denunciato un 25enne

Mercoledì 8 Agosto 2018 - Faenza
Foto di repertorio

Intorno alle 3 di questa notte, mercoledì 8 agosto, il Nucleo Operativo Radiomobile dei Carabinieri di Faenza è intervenuto presso un condominio di corso Saffi in seguito ad alcune chiamate ricevute dai residenti che segnalavano un via vai di persone e schiamazzi nell'abitacolo; continuo disagio che impediva loro di dormire tranquillamente già da diversi giorni. I Carabinieri, giunti sul posto, non hanno notato nessuno per strada, così hanno bussato all'appartamento indicato da alcuni cittadini come il luogo da cui provenivano le urla, ma non ha risposto nessuno. 

Ritornati nell'abitazione questa mattina, chiedendo con notevole insistenza di aprire la porta, i militari si sono trovati di fronte un ragazzo, classe '88, marocchino, che si è scoperto essere in possesso di regolare permesso di soggiorno e provenire da Torino, oltre ad avere alcuni precedenti penali per droga.

Il ragazzo ha dichiarato di essere ospite di un amico, che in quel momento si trovava fuori casa. I Carabinieri hanno così avviato una perquisizione dell'appartamento, dove, predisposto in salotto, hanno rinvenuto un kit completo per il consumo di droghe (piattino con residui di sostanze polverose e cannucce per "sniffare" insieme ad una bottiglia modificata per analogo utlizzo), 20 pastiglie di colore bianco e un involucro con dentro sostanze in polvere, del peso di 2,8 grammi, oltre infine a ritagli di cellophane destinati al confezionamento delle dosi.

Durante il controllo è rincasato l'amico affittuario, un 25enne, algerino, noto alle Forze dell'Ordine perché colpito da divieto di ritorno nel Comune di Faenza per motivi di sicurezza, in seguito ad alcuni episodi che in passato lo avevano visto protagonista di aggressioni a p.u. e di reati in materia di sostanze stupefacenti. 

I Carabinieri hanno così denunciato l'affittuario per violazione del divieto e per aver agevolato l'uso e consumo di droghe, visto che ospitava persone che assumevano tali sostanze nel suo appartamento. I militari hanno inoltre notato che la casa versava in un grave stato di degrado igenico (trovate siringhe usate in alcune stanze), così hanno richiesto l'intervento dell'ispettore sanitario per le verifiche del caso.

La natura delle sostanze polverose e delle pastiglie sequestrate dagli agenti sarà oggetto di analisi di laboratorio al fine di identificarne la natura

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it