Giovedì 25 Aprile 2019

Musica. Al ridotto del Teatro Masini di Faenza Ksenia Dubrovskaya e Bruno Canino interpretano Bach

Sabato 2 Febbraio 2019 - Faenza
Ksenia Dubrovskaya

Prosegue la stagione invernale di ERF&TeatroMasini Musica sabato 2 febbraio presso la Sala dei Cento Pacifici al Ridotto del Teatro Masini, dove alle ore 21.00 si esibiranno Ksenia Dubrovskaya al violino e Bruno Canino al pianoforte con “Bach: quattro Sonate per violino e pianoforte”, una raccolta di alcune delle migliori sonate del Maestro per antonomasia.

 

Le sei Sonate per violino e cembalo di Johann Sebastian Bach furono composte negli anni 1717-23. Durante questo lieto periodo Bach compose la maggior parte della propria opera strumentale. Le Sonate scelte in questo concerto sono dunque particolarissime, perché in quegli anni il grande compositore, dato l’ambiente calvinista, poté evitare di dedicarsi alla musica sacra. Nel caso della Sonata numero 3, ad esempio, a differenza delle sonate per violino e basso continuo, in cui il violino stesso guida la melodia, qui è il cembalo (e ora il pianoforte) ad avere un ruolo maggiore, sia per la mano destra che per la sinistra, mentre il violino ricama e volteggia.

 

Interpreti del concerto saranno il pianista Bruno Canino e la stella nascente del violino Ksenia Dubrovskaya, in un mix di esperienza e freschezza tenuto insieme dalla comune maestria per i rispettivi strumenti.

 

Bruno Canino come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e festival europei, in America, Australia, Giappone e Cina. È stato direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia dal 1999 al 2002 e si è dedicato in modo particolare alla musica contemporanea, lavorando, fra gli altri, con Pierre Boulez, Luciano Berio, Karlheinz Stockhausen, György Ligeti, Bruno Maderna, Luigi Nono e Sylvano Bussotti di cui spesso ha eseguito opere in prima esecuzione. Ha suonato sotto la direzione di grandi maestri come Claudio Abbado, Riccardo Muti e Riccardo Chailly solo per citarne alcuni, con orchestre quali la Filarmonica della Scala, l’Orchestra di Santa Cecilia, i Berliner Philharmoniker, la New York Philharmonia, la Philadelphia Orchestra e l’Orchestre National de France. Numerose sono le sue registrazioni discografiche: fra le più recenti ricordiamo l’integrale pianistica di Casella e quella di Chabrier.

 

Ksenia Dubrovskaya è una violinista di eccezionale talento e carisma. Pur giovanissima, ha vinto numerosi concorsi, tra cui il Concorso Tchaikovsky per giovani musicisti. Ksenia si è laureata con il massimo dei voti al Conservatorio statale di Mosca e ha conseguito un Master of Music in Performance presso l’High School of Music. Inoltre partecipa costantemente a diversi importanti festival, tra cui il Festival delle Nazioni Bad Wörishofen in Germania, il Festival Internazionale Di Musica e Arte Sacra in Vaticano, l’Ost – West Musikfest in Austria, il Rencontres Musicales Internationales d’Enghien in Belgio, il Concorso Festival Gyumri in Armenia e l’Arslonga Festival a Mosca. Come solista, Ksenia Dubrovskaya si è esibita con orchestre di fama mondiale sotto la direzione di Saulius Sondeckis, Justus Frantz, Jacek Kaspczyk. È membro di giuria di diversi concorsi musicali e suona un Giovanni Battista Gabrielli del 1770 – lo strumento assunto dal Reinhold Würth Musical Fund (Germania) per musicisti eccezionali.


Programma
Johann Sebastian Bach
Sonata n.2 in la maggiore BWV 1015
Sonata n.3 mi maggiore BWV 1016
Sonata n.4 do minore BWV 1017
Sonata n.6 sol maggiore BWV 1019



Link Utili
Facebook: Emilia Romagna Festival https://www.facebook.com/ERFestival/
Youtube: ERFestival https://www.youtube.com/user/ERFestival2010?feature=guide
Twitter: @erfestival https://twitter.com/erfestival
Instagram:  https://www.instagram.com/emiliaromagnafestival

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it