Giovedì 25 Aprile 2019

Truffa. Castel Bolognese, beccati 2 “furbetti dei contachilometri”. I consigli su come difendersi

Giovedì 7 Febbraio 2019 - Faenza
Foto di repertorio

Ancora una truffa dei cosiddetti “furbetti dei contachilometri”: due persone sono state denunciate dai Carabinieri di Castel Bolognese. Il raggiro consiste nel proporre in vendita un’automobile con un chilometraggio inferiore rispetto a quello reale, “taroccando” il contachilometri, ormai tutti digitali: in questo modo l’auto può essere venduta a un prezzo più alto. Il primo degli episodi ai quali sono risaliti i Carabinieri della Stazione di Castel Bolognese è avvenuto in una piccolo salone di auto usate. Una 33enne imolese ha acquistato, a 6200 euro, una Lancia Musa con 77mila chilometri. 

Portata a casa l’auto, la donna nel controllare il libretto delle manutenzioni ha notato che l’ultimo tagliando era stato effettuato a oltre 132mila chilometri. La signora si è rivolta ai Carabinieri che, dopo aver fatto una breve indagine, hanno denunciato per truffa il commerciante d’auto, un 47enne faentino.

 

In un caso analogo è invece incappato un 33enne faentino che, attraverso una trattativa privata, aveva adocchiato una Bmw 120 con 136mila chilometri al prezzo di 6mila euro. Contattato il venditore, un 24enne della provincia di Venezia, i due hanno perfezionato la vendita. Anche in questo caso il raggiro è stato scoperto costatando che l’auto aveva percorso in realtà oltre 180mila chilometri.

 

Dal comando dei Carabinieri di Faenza arrivano alcuni piccoli consigli per evitare di rimanere raggirati dai furbetti del contachilometri: “Bisogna diffidare dagli acquisti troppo vantaggiosi, facili esche dei truffatori e poi, prima di acquistare un mezzo pretendere il libretto con le manutenzioni fatte dove vengono riportati il chilometraggio nel giorno in cui l’auto è entrata in officina”.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it