Domenica 26 Maggio 2019

Faenza, lutto nel presbiterio: è scomparso mons. Antonio Taroni

Martedì 5 Marzo 2019 - Faenza

Era stato parroco di Russi, incaricato per l'Ufficio Catechistico e Penitenziere della Cattedrale

Mons. Antonio Taroni

All’età di 79 anni e dopo 54 anni di servizio sacerdotale, è morto nella serata di lunedì 4 marzo, Mons. Antonio Taroni. Don Antonio nasce a Faenza il 7 ottobre 1939. Viene ordinato sacerdote il 13 giugno 1964. È stato vicario parrocchiale a Granarolo nel 1964. Direttore dell’Istituto Artigianelli di Faenza negli anni ’70 fino al 1983, fu nel contempo assistente diocesano per l’Azione Cattolica formando molti giovani nello spirito del Concilio Vaticano II e costituendo le basi per diverse vocazioni sacerdotali e alla vita consacrata.


Dall’1 settembre 1983 è stato arciprete della parrocchia di s. Apollinare in Russi, ufficio che ricopriva tuttora. Nella parrocchia di Russi stava portando a termine la ristrutturazione dei locali parrocchiali, iniziata da mons. Montevecchi, oggi vescovo di Ascoli Piceno, realizzando nel contempo un piano di rinnovamento pastorale.

Dal 2000 è stato Cappellano di S.S. soprannumerario. Direttore del settore catechesi dell’ufficio per l’evangelizzazione e la catechesi, era membro di diritto del Consiglio presbiterale diocesano. Dal 7 febbraio 2004 è stato membro del Collegio dei consultori.

Il 18 ottobre 2004 è stato nominato nel Consiglio Presbiterale Diocesano. Il 9 novembre 2004 è stato stato nominato membro del Collegio dei Consultori. Il 2 febbraio 2005 è stato confermato nel Consiglio Pastorale Diocesano. Lascia la parrocchia di Russi nel 2008 quando viene nominato Penitenziere della Cattedrale dove svolge il preziosissimo servizio di confessore e direttore spirituale di tanti fedeli.

Le esequie si celebreranno venerdì 8 marzo alle ore 9.30 nella Basilica Cattedrale a Faenza.



0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it