Martedì 19 Marzo 2019

Ladro minorenne atteso al Comando dalla Municipale, ma non si presenta: era già all'Istituto Penale

Giovedì 7 Marzo 2019 - Faenza
Foto di repertorio

Un minorenne di nazionalità romena, responsabile di una rapina avvenuta sabato pomeriggio a Faenza, è risultato essere un "predatore seriale": era stato infatti individuato dalla polizia locale di Faenza come autore di un furto aggravato accaduto ad Errano il 24 gennaio. 

In quell’occasione il minorenne, armato di grosse tronchesi, aveva rubato una bicicletta legata a una cancellata, ma era era stato visto da alcuni testimoni che avevano segnalato l'evento ai vigili faentini, fornendo anche elementi validi per la sua identificazione. Dopo un'indagine gli uomini della locale erano giunti alla sua identificazione e l’avevano denunciato alla competente Procura per i Minori di Bologna.

 

Ieri il ragazzo era atteso al Comando di via Baliatico per l'interrogatorio di garanzia che il Magistrato competente aveva delegato agli stessi uomini della Locale che avevano proceduto alla sua identificazione, ma l'attesa è andata a vuoto, essendo nel frattempo il ragazzo finito agli arresti per la rapina di sabato scorso, e trovandosi pertanto rinchiuso all'Istituto Penale per Minori di Bologna. Per tale motivo gli uomini della locale hanno provveduto, oggi, a delegare alla polizia penitenziaria dell'istituto dove il minore si trova custodito, l'interrogatorio di garanzia per il furto da lui compiuto ad Errano. Sempre nella giornata odierna sono poi cominciati i servizi contro l'attività dei fioristi abusivi, che appaiono sempre numerosi in ogni città, in prossimità della festa della donna, sono stati sequestrati decine di mazzi di fiori a un venditore di origine magrebina trovato in centro a Faenza sprovvisto di qualsiasi autorizzazione per il commercio. Tale attività di contrasto all' abusivismo commerciale proseguirà anche per l'intera giornata dell'otto marzo.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it