Martedì 21 Maggio 2019

BASKET / Tigers - Rekico: domenica 10 marzo l'ennesimo capitolo dell'avvincente sfida

Sabato 9 Marzo 2019 - Faenza
Giorgio Sgobba

Otto giorni dopo la semifinale di Coppa Italia, si ritrovano Amadori e Rekico e questa volta il teatro della sfida sarà il Carisport di Cesena, tana della capolista. Si preannuncia un derby emozionante (palla a due ore 18 con diretta sulla pagina You Tube dei Raggisolaris), perché i Tigers vogliono centrare la terza vittoria in altrettante gare stagionali contro i cugini, mentre la Rekico è decisa a riscattarsi e a rialzare la testa dopo il passo falso in coppa, puntando a mantenere le prime posizioni.

 

Arma in più della Rekico saranno i tifosi, attesi in grande numero sugli spalti del Carisport: la prevendita per il settore ospiti è stata un successo e tanti altri supporters acquisteranno il biglietto domenica prima della palla a due. Nessuno vuole perdersi questo derby.

 

DISPOSIZIONI TIFOSI REKICO

 

Per i supporters della Rekico sarà aperto l’ingresso Ovest del Carisport (vicino alla palestra PalaIppo) e come settore ospiti è stata riservata la tribuna NORD posta sopra al Palco VIP. Il costo del biglietto per il settore ospiti è 10€ l’intero e 8€ il ridotto (14-18 anni e over 65), mentre gli under 14 e gli over 65 entrano gratis. Una importante iniziativa è riservata anche ai genitori dei tesserati della Raggisolaris Academy. Presentando alla biglietteria del Carisport la tessera Academy, si avrà lo sconto sul biglietto nel settore ospiti, pagandolo 8€ invece di 10€. Questa promozione è valida soltanto domenica dall’apertura della biglietteria del palasport cesenate.

 

L’AVVERSARIO

 

Ormai non hanno più segreti da nascondere le due cugine romagnole. Quella di domenica sarà la terza sfida stagionale tra la capolista Tigers e la Rekico con i cesenati che hanno centrato la doppietta. In campionato l’Amadori vinse 61-53 al PalaCattani, mentre la scorsa settimana in Coppa Italia si è imposta 75-50, scarto dovuto anche alle fatiche dei faentini nella gara del giorno precedente contro Caserta, vittoria che come ha sottolineato coach Friso, rappresenta un piccolo capolavoro tattico.

 

Sono tante le armi a disposizione di coach Di Lorenzo, e non soltanto David Brkic, migliore dei suoi con 14 punti di media in campionato, ottimo nella semifinale di coppa contro la Rekico, ma poco incisivo nella finale persa con Omegna. Sotto canestro ci sono anche Francesco Papa (9.8 punti per lui e assente in finale di coppa per un infortunio rimediato il giorno precedente) e Michael Sacchettini (8.6) a completare uno dei reparti lunghi più completi del girone.

 

Tanta qualità pure in cabina di regia con l’esperienza di Matteo Battisti che ben si abbina alla sfrontatezza e alla rapidità dell’under Emanuele Trapani (1999) senza dimenticare i tiratori Andrea Dagnello e Antonio De Fabrtiis, micidiali da tre punti. Completano l’organico la guardiaala Matteo Frassineti, arrivato da poche settimane e non ancora messosi in mostra in maglia cesenate per colpa di problemi fisici, e l’ala Massimiliano Ferraro (’98), poi c’è Andrea Raschi, che merita una menzione particolare.

 

L’esterno classe 1979 è l’ago della bilancia del gioco di Cesena, perfetto nel portare equilibrio in campo, dando ordine nei momenti più difficili. Il problema di coach Di Lorenzo sembra essere l’abbondanza ed infatti ad ogni partita deve lasciare in tribuna uno dei suoi otto senior.

 

La gara di domenica sarà l’ottava ufficiale tra Tigers e Raggisolaris tra C Gold, serie B, Coppa Italia di serie B e Trofeo Ferrari (sorta di coppa regionale riservata alla C Gold, sparita dopo poche edizioni), con i cesenati che conducono 4-3.

 

IL PREPARTITA

 

“È positivo che il calendario ci metta subito di fronte ai Tigers – spiega l’ala Giorgio Sgobba -, perché in tutti noi c’è grande voglia di riscatto dopo la brutta prestazione in Coppa Italia, dove siamo stati in balia degli avversari sin dal primo minuto. Non abbiamo giocato la nostra solita pallacanestro e probabilmente eravamo svuotati a livello mentale dopo la grande vittoria del giorno precedente con Caserta. Mi dispiace soprattutto per i nostri numerosi tifosi che ci hanno comunque applaudito a fine gara, anche se non ce lo saremmo meritati".

 

"Questa volta - continua - giocheremo una partita gagliarda, di grande intensità e determinazione. In settimana abbiamo lavorato molto per correggere gli errori e siamo rimasti in palestra più del solito, proprio per curare ogni minimo dettaglio. Cesena è un’ottima squadra con tanti giocatori d’esperienza come Brkic e Raschi, ma domenica dovremo pensare soltanto a noi stessi e a dare il massimo. Bisognerà giocare con lucidità e attaccare senza fretta, sfruttando tutti i 24’’ dell’azione ed eseguire gli schemi fino in fondo. In campionato siamo reduci da tre vittorie consecutive e in coppa abbiamo superato una grande squadra come Caserta: basta maggiore attenzione per ritornare sui nostri soliti livelli”.


0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it