Lunedì 22 Aprile 2019

I nuovi orizzonti dell'economia sociale: prospettive, sfide e opportunità per il terzo settore

Giovedì 4 Aprile 2019 - Faenza
I nuovi orizzonti dell'economia

Avrà luogo nella mattinata di sabato 6 aprile 2019, a partire dalle 9, il convegno dal titolo “I nuovi oriz-zonti dell’economia sociale: prospettive, sfide e opportunità per il terzo settore”. L'evento si terrà a Faenza presso la Sala S. Carlo di Piazza XI Febbraio, 10.


Il convegno intende essere un’occasione di approfondimento, condivisione e confronto rispetto a una te-matica di stretta attualità: la riforma del terzo settore. Durante la mattinata, interverranno esperti del settore quali il Prof. Stefano Zamagni (Il Terzo Settore del dopo Riforma: cosa è lecito attendersi per il futuro prossimo), il Dott. Federico Amico (Terzo Settore: valori, scenari, ibridazioni), la Dott.ssa Teresa Marzocchi (Chiesa, ETS e Pubblica Amministrazione: un'esperienza di cooperazione e di successo), il Senatore Edoardo Patriarca (Territorio e comunità: la responsabilità condivisa e la pratica della sussidiarietà) e il Dott. Gianluca Galletti (Il punto di vista di UCID).

Il convegno verrà aperto dal Sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi, e chiuso da Mons. Mario Toso, Ve-scovo di Faenza-Modigliana. Modera il Prof. Everardo Minardi. L’evento, patrocinato dal Comune di Faenza, è stato organizzato dalla Diocesi di Faenza-Modigliana in concerto con Cefal Emilia Romagna. Aderiscono all’iniziativa Caritas diocesana, Aeca, Il Piccolo, Centro studi Giuseppe Fanin, Progetto Policoro, Azione Cattolica Diocesi di Faenza-Modigliana, “A gonfie Ve-le”, Scuola diocesana di formazione sociale Ravenna, Fondazione delle Fabbriche, Scuola Centrale For-mazione, Ucid, Ravenna-Faenza, Confcooperative Ravenna, Movimento dei Focolari - Faenza, Coldiretti Ravenna, ACLI Faenza, MCL Ravenna-Faenza. L’ingresso è gratuito ed è gradita la registrazione (alaraia_at_cefal.it)

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it