Mercoledì 19 Giugno 2019

Zanzara tigre. Parte la campagna di prevenzione

Lunedì 8 Aprile 2019 - Faenza, Romagna Faentina
Immagine di repertorio

Programmati interventi di disinfestazione delle aree pubbliche. Dall’11 aprile la distribuzione del prodotto larvicida che i cittadini devono utilizzare nelle aree private

Con l’approssimarsi della stagione estiva prende il via anche quest’anno la campagna di prevenzione contro la zanzara tigre. I Comuni dell’Unione della Romagna Faentina, in collaborazione con l’Ausl e la società Sireb di Modena, attiveranno sui loro territori tutte le misure necessarie per contenerne la diffusione intervenendo nelle aree pubbliche, sulla base di quanto disposto anche dai piani provinciali e regionali in materia.



Nella campagna di prevenzione risulta però indispensabile, come sempre, la piena collaborazione da parte dei cittadini per quanto riguarda le aree private, per evitare la riproduzione della zanzara tigre favorita dai ristagni di acqua.
Cittadini, amministratori di condominio e responsabili di attività industriali, artigianali e commerciali, responsabili di cantieri e attività di stoccaggio di materiali di recupero, gestori di depositi di copertoni, conduttori di orti e vivaisti sono tenuti a mettere in atto - come previsto dall’ordinanza in via di definizione - tutti i comportamenti e gli interventi volti a contrastare la diffusione della zanzara tigre.


E’ pertanto obbligatorio evitare tutti i ristagni di acqua, eliminando anche le piccole raccolte d’acqua che si possono formare nei giardini e negli orti all’interno di qualsiasi tipo di recipiente (annaffiatoi, secchi, sottovasi, teloni in plastica,...) ed effettuare con regolare periodicità i trattamenti nelle caditoie presenti in aree private.


I trattamenti, che vanno ripetuti in caso di abbondanti piogge, vanno effettuati con cadenza mensile (ogni 28-30 giorni), seguendo le istruzioni che si trovano nella confezione del prodotto, per tutta la stagione estiva (fino al 31 ottobre).


Una possibile alternativa per evitare la ripetizione dei trattamenti nei pozzetti è quella di installare una rete zanzariera fra il tombino e la cornice di chiusura dello stesso, per evitare che le zanzare possano raggiungere l’acqua del tombino.


Per incentivare i cittadini alla lotta alla zanzara tigre l’Unione della Romagna Faentina, pur non essendo prevista una distribuzione capillare del prodotto, mette a disposizione - fino ad esaurimento delle scorte - una piccola quantità di prodotto antilarvale.


Il prodotto sarà distribuito dagli operatori della ditta Sireb di Modena, che gestisce l’appalto per i servizi di disinfestazione, con il seguente calendario: giovedì 11 aprile, dalle ore 9.00 alle 12.00, a Solarolo, sotto il portico del Comune, in piazza Garibaldi; venerdì 12 aprile, dalle 9.00 alle 12.00, a Castel Bolognese, presso piazza Bernardi; martedì 16 aprile, dalle 9.00 alle 11.00, a Casola Valsenio, davanti alla sede del Comune, in via Roma; mercoledì 17 aprile, dalle 9.00 alle 12.00, a Brisighella, presso piazza Carducci (portico ex albergo Gigiolè); giovedì 18 aprile, dalle 9.00 alle 12.00, a Faenza, in piazza Nenni (Voltone della Molinella).
Per i residenti a Granarolo Faentino, lunedì 15 aprile, dalle ore 9.00 alle 12.00, in piazza Manfredi.
Il Comune di Riolo Terme, invece, interviene con trattamenti “porta a porta”, pertanto non sono previsti punti di distribuzione.
Ultimate le distribuzioni l’eventuale prodotto rimasto sarà disponibile, fino ad esaurimento, presso gli Urp o altri uffici comunali.
A Faenza il prodotto larvicida sarà inoltre acquistabile presso le farmacie a presso calmierato.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it