Martedì 18 Giugno 2019

Elezioni. A Brisighella, Casola, Castello e Solarolo quasi completata la presentazione delle liste

Venerdì 26 Aprile 2019 - Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Solarolo

La prima delle due giornate dedicate alla presentazione delle liste dei candidati alla carica di sindaco e di consigliere comunale in vista delle elezioni di domenica 26 maggio ha visto oltre la metà degli incaricati recarsi nei rispettivi uffici municipali per depositare la corposa documentazione: il termine è fissato per le 12 di domani, sabato 27 aprile. Un quadro chiaro dei concorrenti a governare per cinque anni i quattro Comuni del Faentino (Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese e Solarolo) dalla fine di maggio lo si avrà all’inizio della prossima settimana, quando la Commissione elettorale insediata a Ravenna e le sottocommissioni avranno esaurito il loro compito di controllo e sancito chi sarà della partita. 

 

A Brisighella l’Ufficio elettorale di via Maglioni ha ricevuto i plichi dei due principali contendenti: il centrosinistra a guida Pd della lista “Insieme per Brisighella” che ha come candidata sindaca Angela Esposito, attuale vice di Davide Missiroli il quale conclude il secondo mandato consecutivo; “Per il buon governo di Brisighella” che, raccogliendo l’eredità di “Brisighella oltre i partiti” vede insieme Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro, presentando l’ex presidente di Coldiretti Ravenna Massimiliano Pederzoli per la poltrona di primo cittadino. A metà pomeriggio odierno nella cittadina dei Tre Colli manca all’appello la lista “Brisighella responsabile”, capeggiata da Graziano Brunetti, il quale ha deciso di fare da solo, non avendo trovato un’intesa con il centrodestra per cui era stato dato in un primo momento come candidato sindaco. “Andrò a consegnare la documentazione domani mattina alle 10, ma sono pronto da giorni - dice Brunetti -. Per ora arriviamo ultimi, ma siamo certi che da civici puri raccoglieremo tanti consensi: non abbiamo appoggi di sorta, siamo un gruppo composto da persone di varia estrazione che desiderano fare il bene della città”.

 

Situazione delineata da tempo a Casola Valsenio, dove il centrosinistra di “Uniti per Casola” candida Giorgio Sagrini, già sindaco dal 1999 al 2009 a succedere a Nicola Iseppi, in uscita dopo un decennio da primo cittadino. A sottrarre inevitabilmente un po’ di voti a Sagrini sarà la riolese Wilma Lama che sbarca a Casola come candidata della lista che vede insieme Partito Comunista e Rifondazione Comunista. La lista di area centrodestra “Futuro e tradizione per Casola Valsenio”, che ha l’appoggio di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro, propone Silvia Galli per la carica di sindaca, mentre Gian Carlo Rivola guida “Alternativa per Casola”, lista civica vicina alla Lega.

 

Sarà sfida a tre a Castel Bolognese, dove dopo la rinuncia a correre per un secondo mandato, Daniele Meluzzi lascia il ruolo di candidato sindaco a Luca Della Godenza che guida “Democratici per Castello”, lista che vede insieme Partito Democratico, Articolo 1, Sinistra Italiana, Possibile e raccoglie l’appoggio dei civici di “Cambiamo insieme” che non si ripresentano. L’insegnante Loretta Frassineti è la candidata sindaca del MoVimento 5 Stelle all’esordio nella cittadina solcata dalla via Emilia, mentre tenta il secondo assalto consecutivo a Palazzo Mengoni Jacopo Berti candidato di “Prima Castello!” lista di ispirazione leghista che ha l’appoggio di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro.

 

Tre liste sono in campo anche a Solarolo, dove anche il sindaco Fabio Anconelli è ai saluti dopo due mandati consecutivi cedendo al vice Stefano Briccolani il compito di mantenere il centrosinistra di “Cittadini per Solarolo” alla guida del Comune. Il principale contendente è Renato Tampieri che si ripropone agli elettori alla guida della lista civica “Solarolo per tutti” appoggiata da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro. Novità assoluta per la cittadina bagnata dal fiume Senio è la lista civica “We are The People” con la candidata sindaca Elisabetta Vignando che propone un programma elettorale orientato su temi cari alla sinistra.

 

Va ricordato, infine - come viene fatto sapere da Fi, FdI e UdC -, che, in base “all’accordo stretto alla fine di marzo, in tutti i Comuni che andranno al voto nella provincia di Ravenna ad eccezione di Lugo, il Popolo della Famiglia promuove e sostiene, in collaborazione con Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro ed in alcuni casi anche con propri candidati consiglieri comunali, le candidature a sindaco delle liste di centrodestra”.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it