Sabato 25 Maggio 2019

Turismo. Raduno nazionale Camper sui colli faentini: grande successo per la 3a edizione dell'evento

Martedì 14 Maggio 2019 - Brisighella, Romagna Faentina

Sono arrivati nell’area attrezzata nel cuore di Brisighella da Roma, Viterbo, Milano, Vicenza, Padova, Pisa, Rovigo, Modena, Bologna ed entusiasti romagnoli da Ravenna, Forli e Mercato Saraceno. Tantissimi equipaggi in camper desiderosi di scoprire tesori artistici e naturalistici dell’entroterra faentino, dei suoi borghi e della sua campagna verace, pittoresca nel paesaggio e nell’anima ancora genuinamente contadina. Si è concluso così alla grande, con piena soddisfazione dei partecipanti, il ciclo dei raduni territoriali di Camper del progetto “L’Altra Romagna en plein air”, organizzato dal Gal L’Altra Romagna in concerto organizzativo e promozionale con la rivista Plein Air.

 

Accolti venerdì pomeriggio dalla presidentessa della Pro Loco Valeria Benini e guidati dalla Prof.ssa Clementina Missiroli per la visita al suggestivo nucleo antico di Brisighella ( via degli Asini , Museo Ugonia, Convento Osservanza, Collegiata di San Michele),  gli ospiti sono stati poi salutati in Comune dall’assessore al turismo Alessandro Ricci. La giornata sì è conclusa a tavola al ristorante Tre Colli sulle allegre/struggentinote di cante romagnole, suonate al sassofono da Domenico Moretti della Geriatric band

 

Il sabato mattina il gruppo dei camperisti ha potuto vivere la straordinaria esperienza di trekking e  Tour Panoramico a bordo di un carro trainato da un trattore, nell’abbagliante, fascinosa campagna di Oriolo ai Fichi. Un esempio di organizzazione e di coordinamento operativo  – quello proposto dai produttori dell’  Associazione per la Torre di Oriolo – che va assunto a modello romagnolo per coinvolgimento attivo dei nuovi turisti che vogliono immergersi nella scoperta esperenziale dei territori. Mauro Altini, l’infaticabile promoter del luogo,  ha illustrato gli encomiabili sforzi per ridare luce alla bellissima, storica Torre, dalla cui sommità si gode un panorama di Romagna a 360 gradi. Viticoltori e agriturismi dell’associazione ci hanno altresì proposto menù e abbinamento vini (tra cui i localissimi Centesimino e Famoso) che hanno davvero “raccontato” un pezzo di storia e identità del luogo.

 

Da un territorio agricolo all’altro:  in corsa per battere l’annunciato maltempo, la lunghissima carovana di camper  si è trasferita sabato pomeriggio nel grande parcheggio di Villa Rotonda in Castel Raniero, che il presidente dell’evento Musica nelle Aie , Matteo Cortesi, aveva loro riservato. A piedi, in bicicletta e anche usufruendo dell’ efficiente servizio navetta,  i camperisti ospiti hanno potuto vivere e scoprire la dolce armonia del paesaggio di queste colline e il peculiare, pittoresco crinale, punteggiato di storiche ville e di grandiosi pini. Travolgente il concerto folk della serata, che ha infine indotto gli spettatori a improvvisarsi in balli di tammurriata…fino alla attesa pioggia delle ore 23.  

 

Cielo coperto e pioggia non hanno impedito, domenica mattina, aperitivo di benvenuto e partecipazione del gruppo di camperisti provenienti da varie regioni d’Italia  al convegno “Il plein air volano di sviluppo turistico dell’Altra Romagna”, nell’incantevole location di Villa Laderchi (“La Rotonda”).  Con dibattito moderato dal conduttore di Teleromagna PierGiorgio Valbonetti (camperista provetto), il convegno è stato aperto dai saluti del Vicesindaco di Faenza Massimo Isola e di  Marina Lo Conte per l’Unione Romagna faentina e Parco Regionale Vena del Gesso; seguiti dalle comunicazioni di Gualtiero Malpezzi  (servizio Turismo Unione Romagna faentina),  Roy Berardi (coordinatore progetto), Silvia Rossetti (Cammino di Dante), Gabriele Scaggiante (Presidente Camper club “Leone rampante”), Enrico Castellari (Vice Presidente Ass.“Castel Raniero”). La caporedattrice Michela Bagatella ha portato il saluto della rivista Plein Air, che tanto ha contribuito al successo delle azioni del progetto e dei raduni; non è mancato anche il caldo saluto - per via telefonica -  del direttore editoriale di Plein Air , Raffaele Jannucci, impossibilitato a partecipare.

 

Il convegno ha riflettuto sulle potenzialità del turismo lento e sostenibile, della mobilità leggera, dell’abitar viaggiando, del turismo natura – quello che noi identifichiamo, sintetizzando, con la parola  “plein air” -  per la valorizzazione della Romagna interna e le sue variegate e multiformi espressioni turistiche. Il progetto “L’Altra Romagna en plein air” ha ben seminato e smosso le acque per una vera pratica di marketing territoriale applicato, tra intervento pubblico dei Comuni ed iniziativa privata, che andrà rafforzata  e sviluppata con futuri progetti ed interventi. Questo progetto si è dimostrato una così “buona pratica”, che L’Altra Romagna potrebbe portarlo a modello di discussione per un intervento nazionale di collaborazione sinergica tra i diversi GAL italiani

 

Nelle magnifiche sale e sotterranei di Villa Laderchi si è infine svolto dopo il buffet (curato dell’ Associazione di promozione sociale “Castel Raniero”), la stimolante visita, guidata dalla proprietaria Maria Grazia Donati,  alla storia  ed ai segreti della Villa, avvolta nel fascino misterioso di luogo protetto e di incontri segreti nel periodo di attività della massoneria storica; un edificio mirabilmente progettato dall’architetto neoclassico Giovanni Antonio Antolini, illuminato da affreschi e tempere ottocentesche del pittore Romolo Liverani.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it