Sabato 25 Maggio 2019

Faenza. Dal 17 al 19 maggio arte, cibo e visite guidate. Torna Distretto A Weekend

Giovedì 16 Maggio 2019 - Faenza, Romagna Faentina
Cena itinerante 2018

Torna anche quest'anno a Faenza, dal 17 al 19 maggio, Distretto A Weekend, l'appuntamento itinerante che getta un ponte tra arte e cibo, spazi pubblici e case private, chef stellati professionisti e cuochi geniali solo per una notte. Per il 2019 il tema scelto è niente meno che “GraziePrego”.


Destreggiandosi con la consueta leggerezza tra dimensioni e mondi diversi, quelli delle botteghe artistiche, delle cucine indaffarate, dei musei produttori di cultura, ma anche degli angoli insoliti, custoditi dalle strade di ogni città, l'Associazione culturale Distretto A si prepara ancora una volta - e per la dodicesima edizione - ad animare le vie e i palazzi del centro storico di Faenza. Puntando le luci – durante il weekend tra il 17 e il 19 maggio - su quello che da anni viene definito Quartiere ad Alta Densità Artistica.


"All'inizio era la cena itinerante - spiegano dall'Associazione -. Era una serata che prendeva spunto dalla natura conviviale del cibo per creare un percorso a tappe libere alla scoperta di una visione diversa dei luoghi di ogni giorno. Piccoli cortocircuiti indotti dal principio dell'ospitalità: aprire le porte delle case, accogliere e avvicinare cuochi e cucine diverse, mangiare un primo da una parte e un secondo da un altra, cenare insieme in strada, contaminare registri e culture. Poi con contagioso entusiasmo la Cena di un venerdì sera si è trasformata in un itinerario lungo un weeend, con visite guidate, che si abbinano a dinner e colazioni speciali. E quella che all'inizio doveva essere un'insolita e quasi casuale ospitalità in spazi privati o professionali, oggi si accosta all'apertura speciale di luoghi pubblici e istituzionali. Le giornate così sono diventate tre e l’evento ha potuto declinarsi in diversi formati, sempre focalizzati sull’unione di arte e cibo come motori di convivialità e soprattutto di condivisione in fermento".


Venerdì 17 maggio Cena itinerante
54 spazi, 45 chef, 35 produttori di vino, birra e cocktail combinati in un nuovo libero percorso reso ancora più interessante da installazioni, mostre, performance. La formula è nota: dietro ad ogni porta aperta si trovano un piatto, un drink e un’artista, i tre motivi che invitano a vivere Cena Itinerante sempre con tutti i 5 sensi all'erta.


Sabato 18 maggio Arte & Cibo di strada 
Il quartiere è lo stesso, ma il sabato l'atmosfera cambia completamente. Il relax è quello del “giorno dopo”: c’è più tempo per fermarsi a osservare, più tempo per gustare il cibo di strada, per gli aperitivi organizzati sui balconi, per le presentazioni di libri nei cortili, ma anche, ad esempio, per la cena home cooking a 20 posti organizzata a casa di un architetto, o per incontrare in una corte storica la chef emergente Marta Scalabrini.


Domenica 19 maggio Colazioni & Visite guidate 
Baudelaire diceva: “L'arte è la domenica della vita.”
Arte da guardare: seguendo il filo delle visite guidate alla scoperta di quanto c'è di bello, storico, contemporaneo nel centro città, dai musei inediti agli studi d’artista aperti solo per voi.
Oppure Arte da fare: con i laboratori di falegnameria, decor e cucina.
E per tutti la Colazione, che sia organizzata in banca o nella bottega di un ceramista, sarà un momento di grazia. Da segnalare l'apertura di numerose botteghe ceramiche per festeggiare la collaborazione con la manifestazione Buongiorno ceramica.


Il tema del 2019 "Grazie,Prego" 
Ogni anno le contaminazioni vengono ispirate da un tema e quello del 2019 punta dritto al cuore di Distretto A Weekend. “Grazie, Prego”, un manifesto della Gentilezza, che parte proprio dall’immagine lieve e poetica dell’evento, illustrata da Cesare Reggiani, artista che da sempre vive e lavora nel quartiere (illustrazione che ritroveremo anche sul bicchiere in ceramica gadget in vendita in edizione limitata!)

Quella gentilezza desueta e ricercata che tutti abbiamo dimenticato: ringraziare sì, ma guardandosi negli occhi. Quella gentilezza che porta un sorriso, una mano che accompagna, una parola in più anziché in meno.
Più grazie. Più prego. Per favore.


Anche quest'anno sono moltissime le collaborazioni innescate dal grande evento, che nella scorsa edizione ha attirato circa 15.000 visitatori. 
Si conferma la partnership con Buongiorno Ceramica, manifestazione nazionale che si svolge nelle Città della Ceramica italiane, che coinvolge molti artigiani faentini. Sempre più salda la collaborazione con Green Go Bus, nell’ottica di rendere il centro storico pedonale grazie alla navetta elettrica. Questo è uno dei passi verso un maggiore Rispetto per l'Ambiente che gli organizzatori stanno promuovendo con azioni mirate, tra cui l’eliminazione della vendita di bottiglie in plastica, l’incentivazione all’utilizzo di materiali biocompostabili, e una squadra di volontari, i Puliziotti, che diffonderanno comportamenti gentilmente rispettosi del quartiere e dei suoi abitanti. Continuano a collaborare gli Scout faentini nei punti informativi, e ad essere ospitate varie associazioni benefiche.


L’Arte (e l’Artigianato)
La Street Art resta protagonista tra le iniziative di Distretto A Weekend. Quest'anno grazie alla collaborazione con Magma Gallery, galleria bolognese specializzata in arte urbana, che curerà – all'interno di un palazzo storico del centro – la collettiva “Visioni Urbane”, con opere di Tellas, Martina Merlini, Alberonero, Ciredz, Jan Kaláb, Julie Oppermann, 

Questa mostra si affianca al nuovo murales di Coquilicot Mafille, La Danseuse, appena inaugurato e dedicato ai 25 anni dell'associazione SOS Donna di Faenza.
Tornano i musei aperti: il Museo Bendandi, il Museo del Risorgimento e il Museo Diocesano ospiteranno visite guidate e i Musei di San Francesco godranno di un'apertura speciale. Il Museo Carlo Zauli ospita come ogni anno un artista del nostro territorio, inaugurando proprio durante quel fine settimana l’installazione di Mirco Denicolò.
Per tutte le altre iniziative, tra danza, laboratori di artigianato, e visite per le strade cittadine si consiglia di guardare il programma.


Il Food
Fra i tanti ospiti di venerdì 17 maggio segnaliamo:
Gianluca Gorini, nominato ai recenti World Restaurant Awards,
altre eccellenze della cucina romagnola tra cui Benso, Marè, Akâmì, Alexander, O Fiore mio, tredicesimo al mondo per la classifica 50 Top Pizza
i due progetti pop-up Scamporella, l’evento picnic più partecipato della Romagna, e Postrivoro, vincitore di uno dei premi di World Restaurant Awards.
Infine un pronto intervento fame notturna su ruote, con un bomboloni e brioche della storica Pasticceria Flamigni di Faenza.


Sabato 18 maggio il programma propone insieme ai consueti food truck, tra cui quello di Alberto Faccani, il Magnolia To go, due cene speciali. 
Per i foodies più attenti segnaliamo Marta Scalabrini, una delle 10 giovani donne chef italiane emergenti, sul palco all’ultima edizione di Identità Golose, impegnata in una cena dei Tempi di Recupero, progetto ideato da Carlo Catani. Per chi ama le atmosfere più intime, a casa di un architetto, Distretto A ospita il primo home cooking, con una cena di pesce a cura di Cucina Itinerante, attorno a un tavolo per sole 20 persone.



Per informazioni distrettoA.it - distretto.a@gmail.com


Distretto A Weekend 2019 è un progetto di Distretto A - Faenza Art District, con il patrocinio del Comune di Faenza, con il contributo di Regione Emilia Romagna / Assessorato al Turismo, Unione della Romagna, Faentina, Unione della Romagna Faentina

0Commenti ...Commenta anche tu!

...Commenta anche tu!




 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it