Martedì 18 Giugno 2019

ISIA Faenza presenta la mostra di fine anno, La Ceramica Parallela ed EARTHz

Sabato 18 Maggio 2019 - Faenza, Romagna Faentina
La Ceramica Parallela, ISIA Faenza Design & Comunicazione

Sabato 18 maggio 2019, in concomitanza con la quinta edizione di Buongiorno Ceramica!, ISIA Faenza Design & Comunicazione inaugura, negli loggiati vetrati recentemente restaurati di Palazzo Mazzolani, la mostra di fine anno dei progetti realizzati dagli studenti del Triennio e dei due Bienni specialistici dell'istituto faentino. Negli stessi loggiati, saranno visibili anche la mostra La Ceramica Parallela, a cura dell’artista Salvatore Arancio e di Marinella Paderni, e il progetto EARTHz presentato all'ultimo SaloneSatellite.



La Ceramica Parallela è il risultato del workshop condotto dall'artista Salvatore Arancio con otto studenti del Biennio Specialistico di Design del Prodotto di ISIA Faenza. Ispirata al volume La botanica parallela, concepito nel 1976 dal pittore, scrittore e illustratore Leo Lionni come un trattato di una scienza inesistente, la mostra mette in scena l'estetica biomorfa di basi per tavolini da caffè, stampati in ceramica 3D e poi smaltati che, impilati l’uno sull’altro, danno origine a sculture totemiche di ispirazione metareale.
La mostra, presentata in anteprima lo scorso aprile in occasione della design week milanese, si inserisce nel programma di eventi di Buongiorno Ceramica! ed è promossa in collaborazione con WASP, sponsor tecnico e azienda leader nel settore della stampa 3D, con le istituzioni Ente Ceramica Faenza, Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza e il Contamination Lab di Faenza.


EARTHz. Nuovi stili alimentari tra cura per la terra e transumanesimo è il progetto degli studenti del biennio specialistico in Design del Prodotto e progettazione con materiali avanzati e in Design della Comunicazione, che ha debuttato lo scorso aprile nell'ambito del SaloneSatellite 2019.
All'interno del display si potranno ammirare nuovi strumenti per produrre il cibo, per trasportarlo e per assumerlo in via transumana: attrezzi per coltivare la terra, protesi-contenitori da indossare e portare sul corpo per il contenimento e la riserva del cibo, utensili in ceramica 3D di nuova generazione per la raccolta, la depurazione e la conservazione degli alimenti.
Un progetto innovativo che vede l’uomo protagonista di nuovi stili di vita, in cui le tecnologie (cnc, stampa 3D, algoritmi, scienze dei materiali) sono sotto pelle e non enfatizzate, ideate per il benessere dell’uomo e del pianeta.


Durante l’inaugurazione sarà presentata una performance inedita realizzata con una stampante 3D mobile.

0Commenti ...Commenta anche tu!



Trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione di un articolo non è piú possibile inviare commenti.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it