Mercoledì 19 Giugno 2019

Politica

L'assessore Caselli: "Scommettiamo sui neo-imprenditori capaci di innovare per aumentare la competitività delle aziende sui mercati nazionali e internazionali"

Pronti oltre 24 milioni di euro per i giovani agricoltori per continuare a sostenere il ricambio generazionale nelle campagne. Sono le risorse del bando 2019, il quinto nell’ambito del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020, che dà continuità all’intervento della Regione per incentivare la nascita e lo sviluppo di aziende agricole condotte da imprenditori alle prime esperienze, per accelerare il cambio generazionale dei titolari d’azienda.

Crisi aziendali. Aiuto economico ai lavoratori: dalla Regione in arrivo 150mila euro per i Comuni

Martedì 18 Giugno 2019
Il presidente Bonaccini

Primo intervento possibile per il Mercatone Uno. Il presidente Bonaccini: "Si tratta di un primo atto concreto, emergenziale e a carattere transitorio

Un aiuto a chi rischia di perdere il lavoro, trovandosi in aziende in particolare situazione di crisi. Nella seduta di oggi, la Giunta regionale ha approvato una delibera che assegna un primo stanziamento di 150 mila euro ai Comuni perché possano, a loro volta, destinare risorse a nuclei familiari di lavoratori sospesi dal lavoro e senza retribuzione, in attesa di vedere attivati gli ammortizzatori sociali e che si trovano anche a rischio di esclusione dalle misure di protezione sociale ordinarie.

Dalla Regione tre anni di credito d’imposta per le imprese di montagna: sono 70 nel Comune di Casola

Martedì 18 Giugno 2019
Manuela Rontini

Tre anni di credito d’imposta per le imprese di montagna, una boccata d’ossigeno per chi si trova a lavorare in un contesto non facile eppure cruciale per la coesione delle comunità locali. Lo prevede il testo di un progetto di legge della Giunta regionale che sarà presto in discussione nell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna.

{data:spazio_pubblicitario}

Politica. Consiglieri di lista Prima Castello: "M5S fuori dall'Unione? Polemica sterile"

Martedì 18 Giugno 2019

"Sentire i grillini attaccarci per la nostra scelta sui membri dell'opposizione da mandare nel Consiglio dell'Unione fa ridere, lamentano il fatto che così facendo il M5s non è presente in Unione, mentre il consigliere Palli è già membro. A differenza loro, Prima Castello non era presente in Unione, quindi la loro polemica è sterile" con queste parole spiegano quanto accaduto in consiglio comunale i consiglieri della Lista Prima Castello.

M5S Faenza: "Lega arrogante e prepotente esclude M5S Castel Bolognese dal Consiglio dell'URF"

Lunedì 17 Giugno 2019

Dopo Faenza, anche a Castel Bolognese. Nella giornata di sabato 15 giugno, durante la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale, si è dato seguito alla nomina dei nuovi consiglieri come rappresentanti locali nel Consiglio dell'Unione della Romagna faentina. Prendiamo atto dell'arroganza e della prepotenza della Lega che, forte dei suoi tre rappresentanti di opposizione contro uno del M5S, Loretta Frassineti, ha deciso di tagliare fuori il nostro gruppo votando due nomi leghisti, facendo in modo che la voce di 900 cittadini castellani non potrà arrivare dentro l’organo decisionale più importante del nostro territorio.

Con.Ami. Lettera aperta del sindaco di Faenza al sindaco di Imola: “Comportamento inaccettabile”

Sabato 15 Giugno 2019
Il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi

Il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi scrive una lettera aperta al sindaco di Imola Manuela Sangiorgi, dichiarando che “il suo comportamento è inaccettabile. Irrispettoso del ruolo da lei rivestito e irrispettoso nei confronti dei suoi colleghi Sindaci. La situazione di stallo nel Con.AMI, privo di un vero Consiglio di Amministrazione da quasi 10 mesi, è frutto soltanto della sua incapacità di mediazione politica, della sua prepotenza di socio maggioritario, della sua fragilità relazionale e della sua inesperienza amministrativa. Invece di cercare una intesa politica, aspetta solo di veder passare il cadavere del Con.AMI sotto il ponte del Santerno! Il grillismo duro e puro non porta a nulla". 

{data:spazio_pubblicitario}

Nomine Consiglio dell'Unione. Il Partito Democratico di Faenza esprime soddisfazione

Venerdì 14 Giugno 2019

Il Partito Democratico di Faenza esprime "soddisfazione per l'elezione dei consiglieri comunali delle forze politiche di maggioranza che entreranno a far parte del rinnovato Consiglio dell'Unione della Romagna faentina. Auguri di buon lavoro a Maria Luisa Martinez, Antonello Prati, Niccolò Bosi, Paola Celotti, Roberto Damiani, Francesco Ziccardi, Paolo Cavina, Massimiliano Penazzi e Federica Degli Esposti. L'Unione è una scelta strategica che sta producendo effetti virtuosi: maggiore efficienza ed efficacia dei servizi forniti dai Comuni ed economie di scala, conseguenti ad una gestione unificata, sono già realtà". 

Nomine Consiglio dell'Unione. M5S Faenza: "Speravamo prevalesse la ragionevolezza, e invece..."

Venerdì 14 Giugno 2019

"Ieri sera - commenta il M5S Faenza - durante il Consiglio comunale di Faenza si è svolta la nomina dei rappresentanti dello stesso in seno al Consiglio dell'Unione della Romagna Faentina, dopo il cambio dello Statuto e le recenti elezioni in diversi comuni del nostro territorio. Quattro erano i consiglieri di opposizione da nominare, quattro i gruppi attualmente rappresentati. Il buon senso diceva, quindi, di eleggere un esponente per ogni gruppo. A nove mesi dal voto faentino, speravamo che la ragionevolezza avrebbe avuto la meglio sulle antipatie politiche, sulle ripicche, sui calcoli e le manovre da campagna elettorale (già abbondantemente in corso...) e invece, no, purtroppo non è andata così". 

Regione ER. Elezioni regionali a marzo ipotesi inesistente. Al voto entro i termini fissati

Giovedì 13 Giugno 2019

Come già spiegato in Aula dalla Giunta durante il questione time nella seduta del 26 febbraio scorso, comunica la Giunta regionale dell'Emilia-Romagna, in base alle norme in vigore le elezioni regionali si potranno tenere in una finestra temporale di tre mesi e non oltre i 60 giorni successivi la scadenza della legislatura, domenica 26 gennaio 2020. E non c’è naturalmente alcuna possibilità di andare contro le norme stesse. 

{data:spazio_pubblicitario}

La Festa nazionale de l'Unità si svolgerà a Ravenna per il secondo anno consecutivo

Giovedì 6 Giugno 2019
Maurizio Martina alla Festa nazionale de l'Unità 2018

La Festa nazionale de l'Unità si svolgerà, per il secondo anno consecutivo, al Pala De Andrè di Ravenna. Avrà inizio il 23 agosto e si concluderà l’8 settembre con l'intervento del segretario nazionale del Partito democratico, Nicola Zingaretti. 

Unione Romagna Faentina. 1a seduta della nuova giunta dopo il voto: Malpezzi riconfermato presidente

Giovedì 6 Giugno 2019
Giunta Unione Romagna Faentina

Si è tenuta la riunione, nel pomeriggio di oggi, della giunta dell'Unione della Romagna faentina, prima seduta dopo il voto amministrativo del 26 maggio scorso. Composta di diritto dai sindaci dei Comuni membri, la rinnovata giunta è formata da Giovanni Malpezzi, sindaco di Faenza e Alfonso Nicolardi primo cittadino di Riolo Terme a cui si aggiungono Massimiliano Pederzoli, Giorgio Sagrini, Luca della Godenza e Stefano Briccolani neoeletti sindaci di Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese e Solarolo. 

Il sindaco di Solarolo Stefano Briccolani ha nominato la nuova giunta comunale

Mercoledì 5 Giugno 2019
Stefano Briccolani

In linea con gli obiettivi che si era prefissato, il neo sindaco Stefano Briccolani ha nominato la nuova Giunta del Comune di Solarolo, attingendo solo persone interne alla Lista “Cittadini per Solarolo”, con cui ha vinto le elezioni del 26 maggio 2019. Da rilevare la presenza di due giovanissimi: Nicola Dalmonte, ventiquattrenne studente di Scienze Storiche, è stato nominato Vicesindaco, e la ventiseienne Alessia Casadio sarà uno dei due assessori in quota rosa.

{data:spazio_pubblicitario}

Casola Valsenio. Definito assetto Giunta comunale e deleghe

Mercoledì 5 Giugno 2019
Casola Valsenio, centro storico

Nella seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale, martedì 11 giugno, il Sindaco Giorgio Sagrini, dopo avere incontrato i consiglieri del Gruppo consiliare di maggioranza “Centro-Sinistra Uniti per Casola”, ha definito l’assetto della Giunta comunale, prevedendo anche il conferimento di specifici incarichi a Consiglieri comunali “per sovrintendere ad attività di elaborazione, proposta, iniziativa e realizzazione di progetti specifici”.

Sanità. Bonaccini: "Salvini male informato, in E-R costruiamo nuovi ospedali, non li chiudiamo"

Martedì 4 Giugno 2019
Stefano Bonaccini

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini risponde al Ministro dell'interno Matteo Salvini, in quanto avrebbe accusato le amministrazioni di centro sinistra di aver chiuso ospedali in regione. “Caro Salvini, il governo di cui fai parte ha di nuovo indicato l’Emilia-Romagna tra le prime tre Regioni benchmark - afferma Bonaccini -, cioè quelle che hanno la migliore sanità pubblica del Paese." 

Economia e politica. Confesercenti pronta a lavorare con le nuove amministrazioni comunali

Martedì 4 Giugno 2019

Conclusosi il momento elettorale che ha visto l'insediamento di 4 nuove Amministrazioni comunali, Confesercenti ha inviato le congratulazioni e l'augurio di buon lavoro ai Sindaci Briccolani (Solarolo), Della Godenza (Castel Bolognese), Sagrini (Casola Valsenio) e Pederzoli (Brisighella) auspicando di poter cominciare a lavorare e confrontarsi, come sempre con spirito costruttivo, collaborativo ma in piena autonomia, sulle politiche di valorizzazione del territorio con particolare riferimento al tessuto economico del commercio e del turismo e a partire dai contenuti dei documenti inviati dall'Associazione ai candidati Sindaco in fase pre-elettorale.

Brisighella. Il neoeletto sindaco Massimiliano Pederzoli ha nominato la nuova giunta

Sabato 1 Giugno 2019
Massimiliano Pederzoli

Il sindaco di Brisighella, Massimiliano Pederzoli, al fine di procedere ad un immediato avvio dell’attività amministrativa, ha proceduto alla nomina della nuova giunta che risulta cosi’ composta:

Elezioni. Morrone (Lega): l'appuntamento con la vittoria nei Comuni del ravennate è solo rimandato

Mercoledì 29 Maggio 2019
Jacopo Morrone

L'on. Jacopo Morrone, Sottosegretario alla Giustizia e leader della Lega Romagna, si dice soddisfatto del risultato di domenica 26 maggio in provincia di Ravenna. E come dargli torto? La Lega ha preso il 32,5% e ha quasi raggiunto il Pd che si attesta al 34%. In 9 comuni su 18 arriva addirittura davanti agli storici rivali. Eppure c'è qualcosa che non torna. Dopo il voto delle europee - e anche prima, a dire la verità - i dirigenti della Lega erano convinti di poter conquistare qualche piazza importante del ravennate e di portare via qualche "rocca" al dominio della sinistra. 

Elezioni. Barattoni (Pd): l'alternativa al governo verde-giallo parte dalle amministrazioni locali

Martedì 28 Maggio 2019
Giacometti e Barattoni

"Siamo molto soddisfatti del voto nei Comuni ravennati. Dopo il 4 marzo 2018 avevamo una sola cosa in testa, vincere nei Comuni, e lo abbiamo fatto. È un stato un bel lavoro di squadra ed è un risultato che fa onore alla nostra storia." Così ha esordito il segretario provinciale Pd Alessandro Barattoni nella conferenza stampa che oggi 28 maggio ha tenuto insieme al coordinatore della segreteria piddina Damiano Giacometti per commentare il voto.

{data:spazio_pubblicitario}

Elezioni. Fusignani (Pri): "Ottimi risultati delle liste repubblicane"

Martedì 28 Maggio 2019
Eugenio Fusignani

“Dalle Amministrative alle Europee, ottimi risultati delle liste repubblicane”: così Eugenio Fusignani, Segretario Provinciale PRI – Ravenna, commenta le elezioni. “L’edera ad Alfonsine supera il 21 %, così come a Cervia col 7,98 % la lista con l’edera diviene il secondo partito della coalizione di centro sinistra che ha vinto al primo turno ed elegge consiglieri. Importante il risultato ottenuto a Lugo dove la presenza dell’edera che mancava da 10 anni, con l’1,14 % diventa determinante per l’elezione del sindaco del centro sinistra che vince al primo turno con il 51,05 %. Importante risultato anche a Bagnacavallo dove la lista popolari repubblicani riformisti segna un 2,81%. Eccellenti anche i risultati a Russi - dove i repubblicani eleggono due consiglieri comunali nella lista a sostegno del candidato sindaco del centro sinistra – e a Fusignano - dove il PRI elegge il consigliere comunale". 

Finisce 12 a 1 per il centrosinistra: lo sfondamento del centrodestra a Ravenna si ferma nei Comuni

Lunedì 27 Maggio 2019
La Rocca di Lugo che ha retto, simbolicamente, all'assalto del centrodestra anche questa volta

Dopo il voto europeo, che ha fatto registrare il clamoroso balzo in avanti della Lega, ci si aspettava una specie di cataclisma nei Comuni del ravennate che dovevano rieleggere i loro Sindaci e i Consigli comunali. Dati alla mano, sembrava scontato che i tre Comuni maggiori - Lugo, Cervia e Bagnacavallo - finissero al ballottaggio, che è sempre un terno al lotto, mentre alcuni altri Comuni come Brisighella, Casola, Solarolo e Russi sembravano in bilico, soprattutto in virtù dei risultati della Lega.  

Elezioni a Solarolo. Stefano Briccolani (centrosinistra) è il nuovo Sindaco della città

Lunedì 27 Maggio 2019
Stefano Briccolani

Nelle elezioni per il Comune di Solarolo domenica 26 maggio ha votato il 73,82% degli aventi diritto, con un calo di 2,5 punti rispetto a cinque anni (era il 75,26%). È stato eletto Sindaco il candidato Stefano Briccolani, alla guida della lista civica “Cittadini per Solarolo”, ottenendo il 52,52% dei voti (1249), battendo in modo netto la lista “We are the people” che candidava Elisabetta Vignando, fermatasi a 676 voti (28,43%) e Renato Tampieri della lista “Solarolo per tutti” con il 19,05% (453 voti). 

{data:spazio_pubblicitario}

Elezioni a Castel Bolognese. Si riconferma il centrosinistra con Luca Della Godenza

Lunedì 27 Maggio 2019
Luca Della Godenza

Nelle elezioni per il Comune di Castel Bolognese domenica 26 maggio ha votato il 73,63% degli aventi diritto, quasi due punti in più rispetto a cinque anni (era il 71,88%). È stato eletto Sindaco Luca Della Godenza della lista civica di Centrosinistra "Democratici per Castello" che ha ottenuto il 46,02% con 2.371 voti. Si ferma al 36,51% Jacopo Berti con la lista "Prima Castello" a trazione leghista che conquista 1.881 voti, mentre il Movimento Cinque Stelle con Loretta Frassineti conquista 900 voti e il 17,47%.

Elezioni a Brisighella. Massimiliano Pederzoli (centrodestra) strappa il comune alla sinistra

Lunedì 27 Maggio 2019
Massimiliano Pederzoli

Nelle elezioni per il Comune di Brisighella domenica 26 maggio ha votato il 71,95% degli aventi diritto (6.086), quasi due punti in meno rispetto a cinque anni fa (era il 73,93%). È stato eletto Sindaco il candidato Massimiliano Pederzoli della Lista di centrodestra "Per il buon governo di Brisighella" che ha ottenuto 2.178 voti pari al 52,02%.

Elezioni a Casola Valsenio. Giorgio Sagrini (centrosinistra) per la terza volta eletto Sindaco

Lunedì 27 Maggio 2019
Giorgio Sagrini

Nelle elezioni per il Comune di Casola domenica 26 maggio ha votato il 76,42% degli aventi diritto (2.095), oltre un punto in più rispetto a cinque anni (era il 75,16%). È stato eletto Sindaco Giorgio Sagrini di Uniti per Casola (centrosinistra) con 910 voti e il 59,36% dei voti. Per lui è il terzo mandato da Sindaco. Al secondo posto Gian Carlo Rivola (lista civica a trazione leghista) con 578 voti pari al 37,70%. 

{data:spazio_pubblicitario}

Elezioni europee 2019. Salvini sfonda la Linea Maginot, Lega primo partito in 9 comuni

Lunedì 27 Maggio 2019
Foto Il Fatto Quotidiano

Rischiano diverse amministrazioni comunali "rosse" da tanti anni - Lo scrutinio per i comuni comincia alle ore 14

La Lega di Salvini ha definitivamente sfondato la sua Linea Maginot in Padania. È il primo partito in Emilia-Romagna. Ed è il primo partito in molte aree della Romagna. In provincia di Ravenna tallona da vicino il Pd, ma in 9 comuni su 18 lo supera. Se questi risultati verranno confermati fra poche ore nello scrutinio per le elezioni amministrative, diverse Giunte comunali passeranno a liste civiche di centrodestra. Mentre nelle tre città principali, Lugo, Cervia e Bagnacavallo, si andrà certamente a un ballottaggio (il 9 giugno) in cui Lega e centrodestra a questo punto partiranno probabilmente favoriti, visto l'aria che tira.

Elezioni europee 2019. Morrone (Lega): "Grandissimo successo in Romagna che premia il nostro lavoro"

Lunedì 27 Maggio 2019
Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna

“Un grandissimo successo che premia il nostro lavoro sul territorio e le politiche di ascolto e del fare che abbiamo portato avanti nel Paese. In Emilia Romagna siamo il primo partito con un 33,8 per cento rispetto al Pd fermo al 31,2. In Romagna abbiamo una percentuale di oltre il 34 per cento nella provincia di Forlì-Cesena, contro poco più del 31 del Pd" dichiara in una nota l’on. Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna.

Elezioni europee 2019: i primi risultati in provincia di Ravenna, con il grande balzo della Lega

Lunedì 27 Maggio 2019

In provincia di Ravenna - come nel resto del paese - si registra un grande balzo in avanti della Lega, che in diversi Comuni incalza il Pd. Ovunque, rispetto a un anno fa si registra il crollo del Movimento Cinque Stelle. Al momento lo scrutinio del voto europeo è appena agli inizi, ma i primi seggi scrutinati fanno già tendenza. A Ravenna in 29 sezioni scrutinate su 165 abbiamo il PD al 32,2%, la Lega al 32,0% e il M5S al 14,1%.

{data:spazio_pubblicitario}

Elezioni europee 2019: in provincia di Ravenna il Pd resta primo partito tallonato dalla Lega

Lunedì 27 Maggio 2019

Crollano i Cinque Stelle rispetto a un anno fa - In 9 Comuni su 18 la Lega primo partito

I 300 mila elettori della provincia di Ravenna chiamati a votare per l'Europa ieri, domenica 26 maggio, si sono recati alle urne nella misura del 67,09% circa il 3% in meno rispetto a cinque anni fa (fu il 70,32%). Anche in provincia si registra il successo della Lega che ormai tallona il Partito Democratico su base provinciale e lo supera in 9 Comuni su 18. Il Pd in ogni caso guadagna posizioni rispetto al pessimo risultato del 4 marzo 2018. Molto male invece il M5S che crolla rispetto a un anno fa.

Elezioni europee 2019. Ferrero (FdI): "In provincia di Ravenna consensi di oltre il 30%"

Lunedì 27 Maggio 2019
Alberto Ferrero, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia

"Grandissima soddisfazione per il risultato che Fratelli d’Italia ha ottenuto alle elezioni europee sia a livello nazionale che provinciale. L’impegno profuso nella provincia di Ravenna è stato premiato vedendo aumentare, in poco più di un anno, i nostri consensi di oltre il 30%£ - ha dichiarato Alberto Ferrero portavoce provinciale di Fratelli d’Italia.

Elezioni europee 2019: ecco i risultati nei Comuni della provincia di Ravenna alle ore 3:00

Lunedì 27 Maggio 2019

I 300 mila elettori della provincia di Ravenna chiamati a votare per l'Europa ieri, domenica 26 maggio, si sono recati alle urne nella misura del 67,09% circa il 3% in meno rispetto a cinque anni fa (fu il 70,32%). Quando lo scrutinio è già in fase avanzata, anche in provincia si registra il successo della Lega che ormai tallona il Partito Democratico su base provinciale e lo supera in alcuni comuni. Il Pd in ogni caso guadagna posizioni rispetto al pessimo risultato del 4 marzo 2018. Molto male invece il M5S che crolla rispetto a un anno fa.

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it