Lunedì 27 Febbraio 2017

Sanità

Appuntamento alle 20.30, ingresso libero

Giovedì 23 febbraio alle 20.30 a Faenza, in sala Fellini (piazza Santa Maria Foris Portam 2) si terrà la proiezione del documentario sullo stato della Sanità pubblica in Emilia Romagna, Toscana e Friuli Venezia Giulia, realizzato da Giuliano Bugani e INDYGROUNDFILM.

Nella provincia di Ravenna la donazione di sangue è diventata una sana abitudine

Martedì 14 Febbraio 2017

Nel bilancio stilato da Avis Ravenna si parla di un 2016 caratterizzato dall'aumento dei donatori e della raccolta. E’ tempo adesso di assemblee e di rinnovo dei dirigenti delle sezioni comunali

Il 2016 è stato un anno caratterizzato da numerosi segnali positivi sul fronte della raccolta sangue effettuata da AVIS Provinciale Ravenna. I dati complessivi dimostrano come la generosità dei cittadini della Provincia di Ravenna abbia infatti raggiunto più alti livelli, grazie ad un innalzamento delle donazioni che sono state 19.274 (220 in più rispetto allo scorso anno), frutto dell’impegno di 10.418 avisini (+60 sul 2015).

Andrea Liverani (Ln) attacca Rontini in Regione su pediatria e bandi deserti per il servizio H24

Mercoledì 8 Febbraio 2017

“Il pd ci accusa di essere strumentali? - commenta il consigliere leghista -. Da un anno attendiamo la discussione di un nostro ordine del giorno sulla pediatria, mentre I bandi vanno deserti. Se rontini ha davvero voce in capitolo, faccia cambiare rotta alla sua giunta”

La battaglia sulla difesa del reparto di Pediatria e Ostetricia non si placa. Soprattutto dopo gli ultimi sviluppi e gli attacchi (che la Lega respinge) di un atteggiamento strumentale. «E’ incredibile che la consigliera Pd, Rontini, accusi noi di strumentalizzare la questione, quando siamo stati gli unici – con il comitato cittadino – a tenere sempre alta la guardia, denunciando ogni disservizio, ed il carico di super-lavoro che grava da qualche tempo su Ravenna. Per non parlare dei bandi per i nuovi pediatri andati deserti.» Attacca a tutto campo, il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani.

Liverani (LN): "Un anno per sapere il destino della pediatria faentina, ma l'assessore è assente"

Martedì 7 Febbraio 2017
Andrea Liverani

“Siamo arrivati al ridicolo, con una Giunta che invece che rispondere alle richieste dei cittadini, si fa di nebbia e lascia ai gregari l’arduo compito di spiegare all’opposizione cosa vuole fare per la pediatria e l’ostetricia di Faenza e Lugo. La cosa drammatica, è che nemmeno loro sanno cosa ci attenderà, e si nascondono dietro una risoluzione farlocca presentata all’ultimo dal PD per cercare di mettere una toppa agli errori compiuti da giugno 2015 ad oggi” con queste parole attacca duramente il Consigliere Regionale della Lega Nord Andrea Liverani, primo firmatario di due risoluzioni sui problemi dei nosocomi faentino e lughese.

Ospedali di Faenza e Lugo: in commissione sanità della Regione approvata risoluzione Pd

Lunedì 6 Febbraio 2017

Bagnari, Bessi e Rontini: “Presidio H24 e primario di Ostetricia e Ginecologia: questioni da risolvere urgentemente”

La seduta odierna della Commissione Sanità della Regione è stata tutta dedicata all’Ausl Romagna e, in particolare, agli ospedali di Faenza e Lugo. “Abbiamo presentato una risoluzione - spiegano i Consiglieri regionali Mirco Bagnari, primo firmatario dell’atto, Gianni Bessi e Manuela Rontini - per fare il punto della situazione dopo l’approvazione, da parte della CTSS, delle Linee di Indirizzo sulla riorganizzazione ospedaliera”.

Dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria l'ok al documento sulla rete oncologica romagnola

Lunedì 30 Gennaio 2017

Allo scopo di dare concretezza a questo importante percorso di qualità, sono stati individuati due strumenti operativi: il programma interaziendale e il board, quale strumento di governo del Programma

Questa mattina, la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria ha approvato il documento sulla rete oncologica romagnola ( unica astensione il sindaco di Meldola). Un importante atto, che dopo il voto sul riordino della rete ospedaliera avvenuto il 9 gennaio scorso getta le basi per costruire il futuro della sanità della Romagna.

L'Altra Faenza: Sulla Casa della Salute avevamo ragione. Purtroppo

Venerdì 27 Gennaio 2017
I locali della Casa della Salute di Faenza

A circa sei mesi dall’apertura della Casa della Salute nei pressi del centro commerciale “La Filanda” bisogna avere l’onestà di riconoscere che le problematiche e le incongruenze più volte denunciate da L’Altra Faenza erano e restano - purtroppo – più che fondate. Fino ad oggi altro non è successo se non il trasferimento di alcuni servizi.

A San Pier Damiano Hospital un innovativo percorso per la cura dei problemi muscolo-scheletrici

Martedì 24 Gennaio 2017

Giovedì 25 gennaio, Open Day all’ospedale di Faenza dedicato ai consulti sulle patologie della terza età. Nella struttura GVM c'è un’équipe specializzata per le malattie delle persone over 65

L'esterno del San Pier Damiano

Sono 13,4 milioni gli over 65 in Italia, il 22% del totale della popolazione, secondo gli ultimi dati Istat. Il nostro Paese invecchia e il processo non sembra arrestarsi: l’Istituto di statistica stima che nel 2032 gli over 65 saranno oltre 17 milioni, quasi un terzo della popolazione. Di pari passo con l’invecchiamento avanzano le patologie correlate a questo stadio della vita, in particolare le malattie muscolo-scheletriche.

Farmacie in stato d'agitazione: giovedì 26 sciopero in tutta la regione

Martedì 24 Gennaio 2017
Lo sciopero vedrà coinvolte le oltre mille farmacie aderenti a Federfarma

Federfarma: “La Regione non rispetta intesa su distribuzione dei farmaci. Continua a crescere la diretta in ospedale. Chiudiamo un giorno, per non chiudere per sempre”

Le farmacie dell’Emilia-Romagna rimarranno chiuse la mattina del 26 gennaio. Un forte atto di protesta contro l’aumento della distribuzione diretta dei farmaci in ospedale, che mina il ruolo stesso della farmacia nel Sistema Sanitario Nazionale e costringe il cittadino (anche nelle fasce più deboli della popolazione) a ritirare i farmaci nelle farmacie ospedaliere, spesso lontane e con orari ridotti.

Sanità, in Regione il servizio di elisoccorso raddoppia: sarà attivo anche nelle ore notturne

Lunedì 23 Gennaio 2017

In Romagna verranno abilitate all'orario notturno le elisuperfici dell'ospedale di Ravenna e del Bufalini di Cesena

In Emilia-Romagna il servizio di elisoccorso raddoppia, coprendo anche le ore notturne.: lo ha deciso la Regione, destinando al rafforzamento del servizio 3,2 milioni di euro in più l’anno e avviando un programma specifico per l’abilitazione delle prime 17 “elisuperfici” al volo notturno, aree, cioè, diverse dagli eliporti e destinate all’uso esclusivo degli elicotteri.

CustomizedBone Service di Finceramica ottiene la certificazione FDA

Lunedì 23 Gennaio 2017

L’azienda faentina, facente parte del Gruppo Tampieri, chiude il 2016 con il raggiungimento di questo importante traguardo per il suo prodotto di punta

Chiunque ci abbia provato, ha imparato a sue spese che ottenere l'approvazione FDA non è facile. Per chi non lo sapesse, si tratta dell’autorizzazione all'immissione in commercio di un prodotto da parte della potente Food and Drug Administration, l'equivalente USA di un Ministero della salute, che è considerata l'organismo regolatorio più "severo e pignolo" al mondo. Un riconoscimento che fa la differenza in termini di qualità, sicurezza ed efficacia del prodotto in tutti i mercati globali. Per CustomizedBone Service, nome per il mercato americano del già conosciuto CustomBone Service, questa approvazione è stata ottenuta alla fine di un percorso durato circa tre anni.

A Faenza cambia la sede dei prelievi del sangue con prenotazione

Giovedì 19 Gennaio 2017

Il trasferimento del Punto prelievi con accesso programmato costituisce un ulteriore avanzamento previsto dalla pianificazione progettuale della ‘Casa della Salute’ Faenza centro nord

A decorrere da lunedi 23 gennaio 2017, il punto prelievi con accesso programmato verrà trasferito dalla sede del Presidio Ospedaliero di Faenza alla “Casa della Salute” Faenza centro nord, in Via della Costituzione n.civico 28/42, piano terra, nell’area del punto informativo/portineria, distribuzione referti di laboratorio.

Anche la palestra comunale di Casola Valsenio dispone di un nuovo defibrillatore

Martedì 17 Gennaio 2017

Il sindaco Iseppi: «Un atto di responsabilità che va ad aggiungersi alla rete di defibrillatori già presenti nel Comune»

Il Comune di Casola Valsenio è fra i cento Comuni destinatari di un contributo di 1.000 euro per l'acquisto di defibrillatori. La Regione ha emesso un bando in ottobre 2016 per sostenere la politica della sicurezza e della prevenzione nello sport. Il Comune di Casola Valsenio ha partecipato candidando la propria struttura della palestra comunale, anche palestra scolastica, ancora sprovvista fino ad oggi del defibrillatore.

M5S Faenza: Tutti d’accordo, e la sanità se ne va!

Mercoledì 11 Gennaio 2017

Dopo alcuni mesi di discussione nei territori sulla “Bozza di Riordino delle linee di indirizzo dell’Ausl Romagna”, la Conferenza Territoriale Sociale Sanitaria, di cui fanno parte tutti i sindaci dei comuni romagnoli, il 9 gennaio ha dato il suo parere positivo con 72 voti favorevoli, su 73, al Piano di Riordino.

A Faenza tecnologia di ultima generazione per una lotta più mirata al tumore della prostata

Martedì 10 Gennaio 2017
Il San Pier Damiano Hospital di Faenza

Il San Pier Damiano Hospital diventa un centro di applicazione dell'innovativa tecnica Biopsia Fusion che si integra con la Risonanza Magnetica Multiparametrica

Il tumore della prostata è la neoplasia più frequente nella popolazione maschile over 50. Costituisce il 15% di tutti i carcinomi diagnosticati nell’uomo: ogni anno, in Italia, si registrano 35 mila nuovi casi. Se “presa” per tempo, la malattia non dà esiti infausti particolarmente elevati dal punto di vista statistico: i dati disponibili dimostrano come a 5 anni dal primo accertamento, 9 pazienti su 10 siano ancora vivi.

Ausl Romagna, approvate dalla CTSS le linee di indirizzo per la riorganizzazione ospedaliera

Lunedì 9 Gennaio 2017
Il direttore generale di Ausl Romagna Marcello Tonini

La Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, formata dai 73 sindaci della Romagna, ha dato l'ok con un solo voto contrario

Una importante tappa per dare corso al progetto di Ausl Romagna. Questa mattina infatti, la Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Ausl Romagna (composta dai 73 Sindaci della Romagna, quasi tutti presenti all’incontro) ha approvato, con un solo voto contrario (quello del Comune di Bellaria-IgeaMarina), il documento sulle “Linee di indirizzo per la riorganizzazione ospedaliera”.

Assessorato alla Salute Regione Emilia-Romagna: non c'è allarme meningite, no alla psicosi

Venerdì 6 Gennaio 2017

I sanitari spiegano che "la misura più efficace per contrastarne la diffusione resta la prevenzione attraverso la vaccinazione, ma rispettando i tempi, il calendario vaccinale e le indicazioni sui soggetti e sulle fasce di età"

Come si legge in un comunicato dell'ANSA, l'Assessorato alla Salute della Regione Emilia-Romagna invita i cittadini a non farsi prendere dalla psicosi della vaccinazione last minute: "Non c'è in Italia, tantomeno in Emilia-Romagna, un allarme meningite. Solo in alcune aree della Toscana si registra, dal 2015, un aumento dei casi da meningococco C. È questa la ragione per cui la Regione Toscana sta offrendo la vaccinazione a larghe fasce della popolazione. Si tratta, però, di una strategia vaccinale che ha motivo di essere adottata solo in Toscana". 

Meningite, registrato un caso a Ravenna: 40enne ricoverato all'ospedale con meningococco Y

Giovedì 5 Gennaio 2017
Foto di repertorio

Nel pomeriggio di martedì 3 gennaio un 40enne, residente in Calabria e in visita di parenti a Gambettola, è stato ricoverato in terapia intensiva

Come riporta un'agenzia di AdnKronos di pochi minuti fa, a Ravenna si è registrato un caso di meningite. Si tratta di un 40enne residente in Calabria, in visita a Gambettola da parenti per il periodo festivo.

Redazione di iograffio.it: Sanità ospedaliera a Faenza, parliamo di cose serie

Lunedì 2 Gennaio 2017

È da un po’ di tempo che, ripetutamente, si parla di Sanità ospedaliera, in vista dell’applicazione del Piano aziendale di riorganizzazione della rete ospedaliera. Si sono fatti molti incontri nei Consigli comunali, si sono dibattute proposte con i Sindacati confederali, si sono stilati “ordini del giorno” e documenti non sempre coerenti fra loro e purtroppo con qualche smagliatura (vedi le Osservazioni dell'Unione dei Comuni della Romagna faentina e quelle del Comitato di Distretto) e i Partiti o Movimenti, ognuno per la sua parte, hanno cercato di aggiustare il tiro con l’obiettivo di conservare consensi e un po’ meno di cercare soluzioni durevoli, di qualità, di senso e di valore per i cittadini e per le persone che hanno bisogno di cure. 

La Regione proroga le misure anticrisi per l'accesso alle prestazioni sanitarie

Venerdì 16 Dicembre 2016

Esenzione da ticket per visite, esami specialistici e assistenza farmaceutica per lavoratori colpiti dalla crisi e altre fasce deboli della popolazione

Una nota dell'agenzia stampa Ansa Emilia Romagna informa che la giunta regionale ha prorogato fino alla fine del prossimo anno le misure a sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi (e di altre fasce deboli della popolazione) per l'accesso alle prestazioni sanitarie, e per le popolazioni interessate dal sisma che ha colpito l'Emilia-Romagna nel 2012. Si tratta essenzialmente di esenzione dal ticket per visite, esami specialistici e per l'assistenza farmaceutica.

Il tocco di Faenza nella ricerca italiana sulla leucemia mieloide cronica che fa breccia negli Usa

Martedì 13 Dicembre 2016

La dott.ssa faentina Donatella Raspadori, formatasi alla scuola del prof. Tura e che da 20 lavora all’Ospedale Universitario di Siena, ha guidato lo studio scientifico presentato a San Diego

C'è anche un po' di Faenza nella ricerca scientifica italiana, interamente realizzata al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, presentata in anteprima negli Usa, che potrebbe aprire nuove prospettive di cura per i pazienti con leucemia mieloide cronica. Si tratta della professoressa Donatella Raspadori, biologa, tra i professionisti che hanno elaborato lo studio scientifico, effettuato nel laboratorio di Citofluorimetria dell'Ospedale Universitario di Siena, dove la Raspadori lavora e insegna.

L'Altra Faenza sull'Ospedale: Un altro passo nella direzione giusta

Venerdì 2 Dicembre 2016

L’OdG sul riordino della rete ospedaliera approvato con voto unanime dall’Unione dei Comuni della Romagna faentina nella seduta del 30 novembre scorso costituisce una significativa correzione di rotta rispetto a quanto esposto il 6 ottobre, con un contegno giudicato inopportuno e supponente, dal direttore generale dell’Ausl Marcello Tonini.

Il pd faentino e l'odg sulla sanità: "Soddisfatti perché si è fatta squadra anche con l'opposizione"

Giovedì 1 Dicembre 2016

Nei Consigli delle Unioni dei Comuni della Romagna Faentina e della Bassa Romagna è stato approvato ieri un ordine del giorno sulla riorganizzazione ospedaliera: ecco le dichiarazioni congiunte delle Coordinatrici comprensoriale e dei Capigruppo del Pd faentino

"La sanità è uno di quei temi su cui la politica deve essere capace di fare comunità e lavorare insieme. Lo abbiamo detto e ribadito tante volte in questi mesi, per questo siamo molto soddisfatti dell’esito dei due Consigli dell’Unione che si sono tenuti di ieri sera", dichiara il comunicato.

Prevenzione e stili di vita sani: Brisighella dichiara guerra alle malattie cardiovascolari

Martedì 29 Novembre 2016
Grazie al "brisigame" accedendo al sito www.atuttocuore.it si ottiene la cittadinanza onoraria, si gioca e si impara

La cittadina collinare è al centro di un progetto educazionale e di uno studio osservazionale che insegna a prevenire e combattere i problemi di salute legati al cuore

Se hai a cuore il tuo cuore vai a vivere a Brisighella. Per farlo basta un clic, seguire semplici consigli di viver sano e diventare un brisighellese doc. Si chiama www.atuttocuore.it il progetto educazionale di MSD Italia che permette a tutti di poter godere dei benefici che vengono dal "Brisighella HEART Study", lo studio osservazionale che, per continuità e significatività, è uno dei più longevi ed evoluti casi mai esistiti al mondo di monitoraggio longitudinale di una popolazione.

L’Avis Faenza si sposterà nella sede che sarà realizzata sopra il nuovo Pronto soccorso

Giovedì 24 Novembre 2016

È stata firmata la convenzione con l’Ausl Romagna: il presidente Carlo Casadio: "Rispettata la volontà dell’eredità di Palmira Zama"

Il presidente dell'Avis Faenza Carlo Casadio

“Ho il piacere di annunciare la firma della nuova convenzione tra Avis Faenza e Ausl Romagna per la nuova sede della nostra associazione che sorgerà sopra il nuovo pronto soccorso, adiacente al centro trasfusionale”. A darne l’annuncio è il presidente di Avis Faenza, Carlo Casadio.

Approvata la riforma dei servizi per infanzia 0-3 anni in Emilia Romagna

Mercoledì 23 Novembre 2016

La soddisfazione del consigliere regionale Mirco Bagnari (PD) - Ma il Codacons insorge contro i vaccini obbligatori

“Oggi raggiungiamo un traguardo importante: dopo sedici anni di applicazione della legge regionale 1/2000 e quindi di valutazione di esperienze significative... riformiamo i servizi dedicati alla fascia 0-3 in Emilia-Romagna”: esprime la sua soddisfazione il Consigliere regionale Mirco Bagnari (PD).

Liverani: "Urge riattivare il servizio di pediatria a Lugo e a Faenza e gli otto nuovi assunti"

Martedì 22 Novembre 2016

Il consigliere regionale di Lega Nord chiede spiegazioni a Tonini e all'assessore Venturi: "Perchè il pediatra fisso compare e scompare? E perchè le gravdianze considerate a rischio sono dirottate a Ravenna?"

Andrea Liverani

Va all’attacco, il consigliere regionale di Lega Nord, Andrea Liverani, visibilmente contrariato dalle promesse dell’Ausl, nei confronti della presenza del pediatria nel servizio di notte, nei due punti nascite delle strutture faentina e lughese. E lo fa con un comunicato stampa articolato e dettagliato, in cui parla apertamente di presa in giro per i cittadini là dove fa notare che «il pediatra fisso, necessario a garantire un servizio H. 24 all’interno dei plessi ospedalieri, compare e scompare. Ora l’hanno tolto, costringendo ai salti mortali gli operatori dei punti nascita faentino e lughese".

Hiv Test Days in Ausl Romagna: sabato prossimo la semplicità di un gesto per togliere ogni dubbio

Martedì 22 Novembre 2016

Sabato 26 novembre apertura degli ambulatori dell’Ausl della Romagna per effettuare gratuitamente l’Hiv test. In piazza quest’anno anche l’Avis e la Croce Rossa Italiana

In occasione della Giornata mondiale contro l’Aids, anche quest’anno l’Ausl della Romagna promuove l’HIV TEST DAYS, l’apertura degli ambulatori di Malattie Infettive, Dermatologia e SerT sabato 26 novembre, dalle 8 alle 12, per invitare le persone ad effettuare gratuitamente il test per l’HIV ed offrire tutte le informazioni utili alla prevenzione dell’Aids. Quest’anno l’iniziativa vede anche la preziosa collaborazione della Croce Rossa e dell’AVIS, che saranno in varie piazze con i loro mezzi in diverse giornate fra il 29 novembre e il 3 dicembre. 

Nuovi pediatri e neonatologi in arrivo negli ospedali di Faenza e Lugo: garantito il servizio H24

Lunedì 21 Novembre 2016

L'Ausl fa sapere che i nuovi professionisti arriveranno in febbraio. Nel frattempo all'ospedale degli Infermi e all'Umberto I sarà riattivato il servizio di pronta disponibilità pediatrica notturna

In merito all’ultima prova concorsuale effettuata dall’Azienda Usl per il reperimento dei pediatri/ neonatologi, la Direzione generale dell'Ausl informa che la selezione ha portato al reclutamento di nuovi professionisti che prenderanno servizio entro il mese di febbraio. Ciò consentirà di dare piena continuità alla presenza del pediatra h24 nei punti nascita di Faenza e Lugo, attualmente garantita dalla rotazione effettuata dai professionisti di tutti gli ambiti territoriali dell’Azienda.

All’Istituto Tumori della Romagna inaugurato il Centro Risorse Biologiche (CRB)

Lunedì 21 Novembre 2016

Sarà il riferimento regionale per la conservazione a fini di studio di materiali biologici umani

Non può esserci ricerca medica – tanto meno in campo oncologico – senza la possibilità di studiare e analizzare direttamente in laboratorio molecole, cellule e tessuti. Per questo, un ruolo fondamentale nella comprensione dei meccanismi biomolecolari che portano allo sviluppo e al propagarsi dei tumori, è svolto dalle strutture di raccolta e conservazione di materiali biologici umani e dei relativi dati clinici. A tal fine, l’Istituto Tumori della Romagna (IRST) IRCCS ha avviato e portato a compimento la creazione e attivazione di un Centro di Risorse Biologiche (CRB).

 

Tutti i contenuti del sito sono disponibili in licenza Creative Commons Attribuzione

Credits webit.it